Campania, AstraZeneca: sospeso secondo lotto di vaccini. Via ai controlli

0
457
Oggi AstraDay Caserta
Dal profilo Facebook ufficiale della Regione Campania

Campania AstraZeneca sospeso – L’Azienda Sanitaria Locale “Napoli 1” ha comunicato la sospensione delle dosi di vaccino in giacenza. La decisione è arrivata dopo che le Regioni hanno chiesto all’ISS un lotto da comparare con quello ABV2856, precedentemente bloccato. Il nuovo carico usato per l’analisi, l’AV6096, è stato a sua volta fermato con effetto immediato.

Ti consigliamo come approfondimento – Campania, vaccini over 70: ecco come prenotarsi

Campania AstraZeneca sospeso: il comunicato dell’Asl Napoli 1

Campania AstraZeneca sospesoCampania AstraZeneca sospeso – “Si dispone con effetto immediato, di NON UTILIZZARE le dosi di vaccino AstraZeneca in giacenza presso l’ASL Napoli 1 Centro sospendendo ogni attività di somministrazione con tale vaccino a prescindere dal lotto”. Recita così il comunicato urgente emanato dall’Azienda Sanitaria Locale “Napoli 1”. Si tratta del secondo lotto di vaccino AstraZeneca sospeso, seppur in via precauzionale. La Regione Campania ha inviato una segnalazione all’Istituto Superiore di Sanità per condurre uno studio di approfondimento su un lotto particolare di sieri. Si tratta dell’AV6096, ovvero il gruppo da cui proveniva la dose somministrata a Vincenzo Russo, il bidello deceduto ad Acerra. L’uomo si era sottoposto al vaccino tre giorni prima di perdere la vita. Dopo il decesso, i familiari hanno sporto denuncia alla Polizia di Stato di Acerra. La Procura di Nola ha aperto un fascicolo, disponendo l’autopsia sul corpo dell’uomo. Vincenzo Russo, stando al racconto della moglie, aveva cominciato a lamentare forti dolori addominali. Il 58enne è deceduto nella notte tra martedì e mercoledì scorso.

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccino AstraZeneca, migliaia le rinunce. Ema: “E’ efficace, bisogna usarlo”

Campania AstraZeneca sospeso: le parole di Giovanni Rezza

Campania AstraZeneca sospeso
Foto dal profilo Facebook ufficiale della Regione Campania

Campania AstraZeneca sospeso – I primi sospetti in Campania sull’utilizzo di AstraZeneca sono iniziati dopo il decesso dell’insegnante Anna Maria Mantile. Sul corpo della donna è stato disposto l’esame autoptico, il quale ha escluso il collegamento tra somministrazione e causa del decesso. La donna,  infatti, ha perso la vita in seguito ad un’ernia iatale strozzata. Tuttavia, il vaccino somministrato alla 62enne non apparteneva al primo lotto di AstraZeneca bloccato dall’Aifa. Il carico che, in principio, è stato sospeso è l’ ABV2856.

Il lotto che è stato bloccato da Aifa conteneva 560mila dosi, si cui 250mila destinate all’Italia e le altre a 7 paesi europei”. Così ha affermato Giovanni Rezza, direttore generale della Prevenzione al Ministero della Salute. “Si sa che ci saranno eventi avversi quando si inizia una campagna di massa. Ma non possiamo dire se ora gli eventi segnalati abbiano un nesso di causalità”, ha affermato. “In Gran Bretagna sono stati somministrati 9 milioni di dosi e non sono riportati eventi avversi di particolare gravità e Ema continua a rassicurare. Quindi è chiaro che la campagna va avanti ma non dobbiamo sottovalutare tali episodi”. Così ha rassicurato il direttore nell’ultima conferenza stampa del monitoraggio settimanale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciannove − 18 =