Campania: vietato legare cani o animali con catene! Sanzioni fino a 2000 €

0
971
campania legge cani legati,

Campania legge cani legati con catene, da oggi è ufficialmente illegale. La proposta del Consigliere della regione Campania, Emilio Borrelli è stata approvata. Una simile normativa era già presente come art.9, comma 3 della legge regionale 2019. Tuttavia si trattava di una legge senza regole certe o sanzioni. La risposta odierna della Campania invece prevede pene severe che vanno dai 300 sino ai 2000 euro. La sanzione sarà applicata a tutti coloro che terranno cani o altri animali legati a delle catene.

Ti consigliamo come approfondimento – Cinquanta cani morenti salvati da un macello: ora attendono l’adozione

Campania legge cani legati: il testo della nuova legge e le sanzioni previste

bonus bau, campania legge cani legati,La Campania, così come altre regioni di Italia, si era già mossa in questa direzione. Lo aveva fatto nel 2019 tramite una legge regionale (art.9, comma 3). Tuttavia, così come avvenuto nelle altre regioni, si era trattato di una norma inapplicabile e di principio. Di fatto non prevedeva restrizioni certe ed assolute così come sanzioni per i trasgressori. La normativa attuale proposta dal Consigliere della Regione Campania Emilio Borrelli è invece una legge vera e propria. Viene considerato illegale in Campania legare cani o altri animali con catene. La sanzione minima prevista è di 300 euro sino ad una massima di 2000. La Campania ha così risposto agli appelli di “Save the Dogs and Other Animals”. Oltre che allinearsi ai più numerosi Stati dell’Unione Europea in fatto di normative sugli animali. 

Ti consigliamo come approfondimento – Senato: approvata legge contro commercio e detenzione di animali esotici

Campania legge cani legati: il commento di Emilio Borrelli, promotore della legge

Borrelli assalto ospedale mare, campania legge cani legati,Una grande vittoria quella ottenuta da Emilio Borrelli, Consigliere dei Verdi, per la Regione Campania. “Tutto è nato da una delle tante segnalazioni fatte dai cittadini”. Segnalazione che lo ha portato a notare una problematica inerente la legge del 2019. “Nonostante il divieto non era prevista alcuna sanzione, quindi i contravventori poteva dormire sogni tranquilli”. Che poi continua: “Da oggi invece quelle segnalazioni potranno avere un seguito ed essere punite”. La Campania diventa così la regione con la norma più severa in materia di diritto degli animali. Un primato di cui Borrelli si ritiene orgoglioso. Arriva subito anche il commento di Save the Dogs, l’associazione che per prima ha denunciato la vicenda. A parlarne è proprio la sua fondatrice Sara Turetta. “Questa è la dimostrazione che l’impegno tra associazioni e società civili porta grandi risultati”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

11 − 10 =