Campania ospedali pieni: pochi posti letto in terapia intensiva

0
355
Campania Ospedali pieni

Campania ospedali pieni, alti i contagi e i ricoveri nella regione. Da Napoli e provincia gli ospedali sono pieni. Nel territorio regionale sono aumentati i ricoveri nei reparti di terapia intensiva e sub-intensiva. Cotugno, Cardarelli, Ospedale Mare quasi al limite.

Ti consigliamo come approfondimento – Decreto sostegno: pubblicato il testo sulla Gazzetta Ufficiale

Campania ospedali pieni: Cotugno, Cardarelli e Ospedale del Mare senza posti letto

Campania ospedali pieniDopo un anno la Campania si ritrova di nuovo con ospedali saturi. In questo mese la nostra regione ha contato 5 mila morti. La situazione è peggiorata rispetto a quando tutto ebbe inizio 365 giorni fa. Dovevamo imparare a convivere con il Covid ma la situazione è cambiata, il virus è mutato e fa più paura. Nelle ultime ore, nonostante la zona rossa sembra che la pressione sugli ospedali napoletani sia forte. Tanti ricoveri in sub-intensiva e intensiva. Dagli ospedali arrivano i primi dati:

  • Il Cotugno ha un solo posto libero in terapia intensiva. La sub-intensiva è piena e la degenza è al completo. Appena c’è una dimissione arriva un nuovo ricovero.
  • Al Cardarelli ci sono 150 pazienti covid19 ricoverati, di cui 31 in osservazione breve intensiva. 16 pazienti in terapia intensiva che occupano tutti i posti e 103 ricoverati tra semi intensiva e degenza ordinaria.
  • All’Ospedale del Mare sono 11 i ricoverati in terapia intensiva sui 16 posti disponibili. Piena la terapia sub-intensiva con gli 8 letti occupati e piena la degenza con tutti i 39 posti occupati.
  • Al Loreto Mare i letti disponibili sono solo 5 sui 50 a disposizione. I posti in sub-intensiva erano 20 posti, tutti occupati.
  • Al San Giovanni Bosco, covid center, sono 36 i posti occupati sui 40 disponibili, mentre in sub-intensiva i 6 posti letto sono pieni.
Ti consigliamo come approfondimento – Draghi oggi sul Decreto Sostegni: “Più soldi possibili in breve tempo”

Campania ospedali pieni: Situazione ad Avellino e Salerno

Campania ospedali pieniIl professor Alessandro Perrella, infettivologo dell’ospedale Cardarelli di Napoli, si è lasciato andare a qualche dichiarazione a fanpage: “In questi giorni abbiamo richieste maggiori di soggetti per cure in ospedale, non significa pazienti in fin di vita ma a cui serve un trattamento di livello superiore, con analisi come la tac. È in rialzo anche la necessita’ di terapia sub-intensiva, è una fase che stiamo gestendo bene anche grazie a una buona codificazione delle dimissioni con terapia a casa che sta funzionando”. “C’è un aumento di sintomatici e di pressione sugli ospedali, ma dai dati sappiamo anche che stiamo vivendo già una fase di stazionaria, tendente verso una lieve diminuzione, se continuiamo cosi’ riusciamo a passare questo nuovo picco“.

Intanto anche altri ospedali risultano sotto pressione: Il San Giuliano di Giugliano in Campania 4 dei 5 posti dell’unità di rianimazione sono occupati. L’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli sono occupati 32 dei 36 posti letto disponibili. L’ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore è al completo. Il reparto di terapia sub-intensiva ha 32 posti letto tutti occupati, mentre in terapia intensiva sono occupati 4 posti su 5. Ad Avellino il San Giuseppe Moscati ha solo un posto libero in terapia intensiva. Mentre il Sant’Ottone Frangipane di Ariano Irpino solo due.

La situazione è meno grave a Salerno dove non si registrano code al di fuori al Covid Center che conta posti letto disponibili. Ad ogni modo negli ospedali San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, sia le due terapie intensive che le aree destinate alla degenza ordinaria sono sature.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × due =