Campania, rivolta dei commercianti: negozi aperti contro la zona rossa

0
193
Campania protesta commercianti

Campania protesta commercianti, oggi e domani si manifesta contro la zona rossa. Prima con l’apertura dei negozi adibiti a centro vendita di intimo e materiale sportivo. Poi, il 7 aprile, con una vera e propria processione in piazza Plebiscito a Napoli. Quasi un intero mese in rosso. Questo il colore che ha accompagnato i commercianti e imprenditori campani sino ad oggi. Un periodo di tempo troppo lungo per poter essere silenziosamente tollerato. Soprattutto tenendo conto che le restrizioni, più o meno severe, durano ormai da oltre un anno.

Ti consigliamo come approfondimento – Campania, esplode la rabbia dei commercianti: bloccata la Napoli-Caserta

Campania protesta commercianti: Le iniziative e le proteste dei commercianti

saldi 2021, campania protesta commercianti,Un intero mese in zona rossa per la Campania. Oltre un anno di restrizioni. Decisioni, quelle prese da governo e regione, che non aiutano i commercianti. Chiusure che soffocano l’imprenditoria locale rischiando di portare centinaia di imprese al fallimento. Motivo per cui le associazioni di categoria ed i commercianti tutti hanno deciso di protestare. Lo hanno fatto oggi, 6 aprile, occupando l’autostrada Napoli-Roma. Lo faranno domani, 7 aprile, scendendo in piazza Plebiscito, a Napoli, con delle croci, simbolo delle loro sofferenze. Mentre in entrambi i giorni continuerà la pacifica protesta che vede i commercianti aperti per vendere vestiario intimo e sportivo. Le uniche tipologie di indumento che il governo giudica come “necessarie” ed “essenziali”. Una situazione quindi sempre più instabile e sempre più sofferta. Il rischio di fallimento è alto per tante imprese e protestare sembra l’unico modo per farsi ascoltare.

Ti consigliamo come approfondimento – Ristoratori bloccano l’autostrada A1 direzione Roma: “Vogliamo lavorare!”

Campania protesta commercianti: Le associazioni di categoria si muovono su più fronti

autostrada napoli protesta, campania protesta commercianti,
Dal sito Autostrade per l’Italia e dal profilo Facebook di Mercati Liberi

Il dramma economico che accompagna il coronavirus non passa certamente inosservato. Così come sembra non passare nemmeno inascoltato l’urlo dei commercianti campani. Molte infatti le associazioni di categoria che hanno risposto all’appello. Confcommercio ha chiamato a raccolta oltre 800 commercianti, il 7 aprile, in piazza Plebiscito a Napoli.  Confesercenti e Confederazione Imprese e Professioni si faranno carico di restituire le licenze dei commercianti. Un gesto simbolico, ovviamente, ma che cerca di attirare l’attenzione del presidente Mattarella. Visto forse come l’ultimo faro di speranza capace di traghettare i commercianti al riparo da quest’ondata di crisi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − 4 =