Diede fuoco al suo cane, chiesta l’archiviazione per il proprietario : “Non è capace di intendere e di volere”

0
124
Palermo cane bruciato vivo
Fonte Palermo Today

Cane bruciato vivo padrone sotto processo, richiesta l’archiviazione del caso. Secondo la difesa l’uomo non era capace di intendere e volere. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Follia alla Supercoppa d’Arabia, tifoso prende a frustate calciatore mentre si riposa

Cane bruciato vivo padrone: la decisione del giudice

cane bruciato vivo padrone
Fonte Palermo Today

Davanti al giudice per maltrattamenti su un animale l’uomo ha dimostrato in tribunale di non essere capace di intendere e di volere. Per questo è stata richiesta l’archiviazione. Per le gravi patologie psichiche l’uomo non sarà quindi processato. La volontà del tribunale sarebbe quello di applicare una misura di sicurezza in un centro di riabilitazione. Tuttavia a Palermo non sembrano esserci strutture disponibili per accoglierlo.

Ti suggeriamo come approfondimento – Gabriele Bianchi in carcere: “Qui comando io, sono il re. Voi siete miei schiavi!”

Cane bruciato vivo padrone: la mobilitazione dei cittadini 

cane ustionato, cane bruciato vivo padrone
Fonte: Facebook

La richiesta di archiviazione ha riacceso gli animi anche tra i cittadini della zona. Lo scorso 10 gennaio quando il piccolo Aron è morto dopo tre giorni di agonia per le ferite riportate, i cittadini si erano mobilitati in piazza. Una fiaccolata aveva chiesto giustizia per le atrocità inflette all’animale. Inoltre in molti chiedono la realizzazione di un monumento in onore dell’animale. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Vomero: “La riapertura della Biblioteca Croce non può più attendere”!

Cane bruciato vivo padrone: la scelta del giudice 

consiglio di stato, processo ciro grillo, cane bruciato vivo padrone Al momento l’indagato è sottoposto ad una misura di sicurezza e all’obbligo di residenza in una comunità terapeutica. In attesa di una decisione ufficiale, l’accusa può fare appello alla richiesta di archiviazione.