Cane guida vietato in spiaggia, non vedente aggredita a Portovenere

0
576
cani bagnini eroi,

Cane guida vietato in spiaggia a Portovenere. Una turista non vedente voleva fare un bagno al mare quando viene aggredita a causa del suo cane guida. I fatti si svolgono a Portovenere, in Liguria. Serenella voleva solo fare un bagno al mare con l’ausilio del suo cane guida per non vedenti ma le è stato impedito dai bagnanti.

Ti consigliamo come approfondimento – Secondo le indagini si finge finto cieco assoluto per 11 anni. Il Pm chiede 1 anno di carcere

Cane guida vietato in spiaggia, cos’è successo?

mare, cane guida vietatoEstate, le temperature sono alte e qual è il miglior modo per rinfrescarsi? Ovviamente fare un bagno. Così una donna non vedente decide di alzarsi dalla sdraio per andare a rinfrescarsi assieme al suo cane guida. Quando Serenella entra in acqua col suo amico peloso due bagnanti l’avvicinano e l’aggrediscono verbalmente. Non volevano che con lei ci fosse il cane ma per una persona non vedente il cane guida è un supporto fondamentale. Non ci sono divieti specifici in merito se non quello di dovergli mettere la pettorina. Inutile per la donna cercare di spiegarsi. Le due donne adirate non ne hanno voluto sapere. Così Serenella, non ha avuto altra scelta che rivolgersi alle forze dell’ordine che le hanno dato ragione. Sulla vicenda è intervenuta anche la sindaca di Portovenere che si scusa con la donna giudicando riprovevole il comportamento che ha dovuto subire.

Ti consigliamo come approfondimento – Cieco bloccato all’ingresso del duomo perché accompagnato dal cane guida: chiama la polizia!

Cane guida vietato, le parole di Serenella

Tramite il suo profilo Facebook, Serenella racconta la vicenda del suo cane guida vietato in spiaggia. La donna specifica di essere non vedente e di trovarsi a Portovenere con il suo cane guida di razza Labrador. Si è recata con lui a riva dove si stava bagnando i piedi. Serenella era consapevole che per legge le era consentito. A quel punto le si avvicinano due donne. Le due hanno iniziato ad “ossessionarla” insistendo sul fatto che non potesse portare il cane in spiaggia. Serenella ha provato a spiegare la sua situazione ma queste non ne hanno voluto sapere. Ha quindi dovuto allertare i carabinieri. Il post si conclude con una nota di delusione. “Le persone, oltre ad essere molto ignoranti, perseverano con arroganza con la loro disinformazione. A mio parere è demoralizzante che ci possa essere questa forma d’inciviltà nel 2023. Io non lo tollero e denuncio la situazione”.