Cane Nebbia muore morso da una vipera per salvare l’educatrice: si apre raccolta fondi per salvare animali in cattività

0
279
cane morso vipera

Cane morso vipera: muore dopo pochi giorni trascorsi in terapia intensiva, il cane Nebbia. Un carattere difficile dovuto alla cattività in cui ha vissuto per anni, ma un animo buono bisognoso d’affetto. Grazie al suo gesto, è stata aperta una raccolta fondi per salvare tutti i randagi come lui.

Ti consigliamo come approfondimento – Tar del Lazio, obbligo mascherina fino al 31 agosto. Ma non vale per tutti

Cane morso vipera: un anno prima era stato salvato

malessere del caneÈ un cane irrecuperabile“, queste sono state le dure parole indirizzate a un meticcio maremmano. Si chiama Nebbia, ha cinque anni e ha un carattere difficile da gestire. Non è un cane cattivo, no – è cattivo il suo passato. Nebbia ha alle spalle una di quelle storie che nessun amante degli animali vorrebbe mai sentire. È stato picchiato, bastonato, tenuto fermo con spesse catene e maltrattato in ogni altro modo possibile. In questo modo, ha sviluppato il suo lato violento, l’unico che gli ha permesso di sopravvivere. I volontari della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente (Leidaa) lo hanno capito, così hanno deciso di tenerlo con loro. Salvandolo così dalla soppressione nel canile di Donnici, in provincia di Cosenza.

Ti consigliamo come approfondimento – Le parole col boss “Più forte io, più forti voialtri”. Arrestato candidato di Forza Italia

Cane morso vipera morte: è un eroe a quattro zampe

uomo morto serpente usaEd è qui che Nebbia dimostra la sua vera natura: è un gigante buono, un cane bisognoso d’amore. Ma conserva anche il suo lato coraggioso, dandone dimostrazione a tutti lo scorso 31 maggio. Quel martedì, infatti, si trova in montagna con la sua educatrice. Tra le foglie si cela una vipera, in agguato, e Nebbia la attacca per difendere la donna. Il serpente lo morde più volte; viene soccorso tempestivamente, ma non basta. Dopo pochi giorni di terapia intensiva, Nebbia abbandona questo mondo. A un anno esatto dalla sua liberazione.

Ti consigliamo come approfondimento – Pistoia, incendio all’Ospedale San Jacopo: l’intervento dei Vigili del Fuoco è provvidenziale

Nebbia è il simbolo dei randagi da salvare

AnimaliQuesto cane eroe non verrà dimenticato. Nebbia diventa il simbolo degli animali da salvare. Per la sensibilizzazione della campagna, Leidaa apre una raccolta fondi destinati a questa causa. Si può donare tramite un SMS solidale o chiamare da rete fissa digitando il numero 45594. La scadenza è segnata per l’11 giugno. La triste vicenda viene commentata da Michela Vittoria Brambilla, Presidente della Leidaa. “Questa storia commovente conferma ciò che ho sempre pensato. Non esistono razze di cani pericolose. Solo cani addestrati per diventare pericolosi o lasciati a sé stessi da proprietari negligenti. Esattamente come un essere umano che ha subito abusi, Nebbia aveva bisogno di recuperare fiducia. Ci volevano affetto, buona volontà e l’impegno di un educatore esperto. Li ha avuti. La sorte gli ha impedito di vivere, ma non di manifestare il suo carattere forte e generoso. Addio Nebbia, buon riposo.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

9 − 9 =