Carabinieri salvano un cane maltrattato e denutrito: era legato a un tronco

0
237
Carabinieri salvano cane Carrara

Carabinieri salvano cane Carrara – È accaduto nella frazione Bonascola di Carrara. Alcuni giorni fa, una pattuglia di carabinieri ha salvato un cane di circa otto anni, impaurito, infreddolito e legato al tronco di un albero con una catena fissa. La squadra capitanata dal sottotenente Walter Calandri, durante uno dei consueti servizi antidegrado, ha notato la cuccia in mezzo all’erba alta.

Denunciato il padrone, un 62enne di Carrara, per maltrattamento di animali.

Ti consigliamo come approfondimento – La biblioteca regala un libro a tutti i neonati: la cultura si diffonde anche così

Carabinieri salvano cane Carrara: l’animale era visibilmente denutrito

Carabinieri salvano cane CarraraAbbandonato a se stesso, visibilmente stanco e rassegnato, denutrito e in condizioni igienico-sanitarie disastrose, il cane Athos deve con ogni probabilità la vita ai carabinieri. La squadra di carabinieri capitanata da Walter Calandri si è preso subito cura dell’animale. I militari dell’Arma, dopo aver accertato che la ciotola del cibo fosse vuota e che quella dell’acqua fosse piena di terra e fango, hanno provveduto a sfamarlo e a dissetarlo. Il cane, avvicinato dai militari, è risultato molto docile e mansueto. Il meticcio a malapena riusciva a camminare e aveva il pelo infestato da parassiti.

Dopo il primo soccorso, sono state avviati degli accertamenti. Secondo quanto si apprende da altri media, il terreno è di proprietà di un 62enne di Carrara. Pare che l’uomo, che non aveva possibilità di tenere il cane in casa o nei suoi pressi, avesse deciso di tenere il cane in un podere alla periferia della città.

Ti consigliamo come approfondimento – Adottare un cane ordinando una pizza: l’iniziativa diventa virale

Scatta la denuncia: maltrattamento di animali

animali abbandonati, Carabinieri salvano cane CarraraI carabinieri, successivamente, hanno deciso di convocare l’uomo sul posto, insieme ad un veterinario dell’Asl. Quest’ultimo ha confermato le precarie condizioni di salute dell’animale. Di fatto, risultava essere malnutrito, sottopeso, con lesioni alle zampe e con atrofia muscolare. Per questo motivo, i militari dell’Arma hanno denunciato il 62enne per maltrattamento di animali.

Athos, invece, è stato affidato a un’associazione della zona che sta già provvedendo alle sue cure.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 + nove =