Cardarelli e il video shock, di Maio: “Situazione fuori controllo”

0
369
cardarelli
Dal pagina Facebook ufficiale del ministro degli Esteri Di Maio

Parte ieri dal Cardarelli di Napoli, per arrivare poi su tutti i social, un video shock che ritrae un paziente morto in bagno. Il corpo esanime, riverso in terra, è completamente abbandonato a se stesso. Il tutto, almeno negli attimi in cui le immagini sono state girate, probabilmente poco prima dell’arrivo del personale medico. Il paziente si sarebbe trovato al Pronto Soccorso come sospetto Covid. Avrebbe dovuto effettuare una Tac e tutti gli accertamenti del caso. È probabile però che il virus abbia fatto il suo decorso in breve tempo, non lasciando scampo all’uomo. Tuttavia, la telecamera non si ferma e inquadra il resto del Pronto Soccorso, in una panoramica che lascia esterrefatti sulle gravi condizioni del nosocomio. 

Ti consigliamo come approfondimento – Covid, l’appello dei medici: “Ci stiamo ammalando tutti, serve il lockdown!”

Cardarelli, per di Maio: “La situazione è fuori controllo”

mini-robot cardarelliLe immagini del video hanno scosso anche il mondo della politica. Così si esprime su Facebook il ministro degli Esteri Di Maio: “Le immagini del paziente trovato morto nel bagno dell’ospedale Cardarelli di Napoli sono scioccanti. Siamo di fronte a fatti drammatici e inaccettabili. Episodi che ci spingono ad agire come Governo centrale, perché non c’è più tempo. A Napoli e in molte aree della Campania la situazione è fuori controllo. Non è più questione di opinioni o pareri, qui a parlare è la realtà”.

Ti consigliamo come approfondimento – Covid-19: un colpo di tosse e un’app per scoprire se si è asintomatici

E continua: “Il paziente trovato morto accasciato nel bagno all’ospedale Cardarelli è la più cruda e violenta di numerose testimonianze che mi giungono ogni giorno dagli ospedali campani: persone curate in auto nei parcheggi; altre che muoiono in ambulanze del 118 a cui non viene assegnata la destinazione; altre ancora che neanche vengono prelevate da casa nonostante le continue chiamate”.

Ti consigliamo come approfondimento – Covid: con i protocolli di Shangai, la Cina ha sconfitto il virus

A breve un’indagine interna

cardarelli NapoliIl Cardarelli provvederà intanto con un’indagine interna per capire chi abbia girato il video e divulgato le immagini. Il direttore generale del nosocomio, Giuseppe Longo, condanna la diffusione sui social: “È deprecabile che eventi simili siano oggetto di strumentalizzazioni tese a costruire terribili e pericolose suggestioni nell’opinione pubblica“.

 

Dichiarazione dell’Asl sulla notizia dei quattro pazienti morti per Covid

Pronto Soccorso sanità coprifuoco lazio CardarelliDall’ufficio stampa dell’Asl, si precisa che: “In relazione ai decessi di quattro pazienti Covid (un uomo di 45 anni, tre signore 80, 88 e 94 anni) presso l’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia avvenuti tra i giorni 10 e 11 novembre 2020, la direzione aziendale Asl Napoli 3 Sud e i responsabili del presidio, intendono rettificare le notizie erroneamente riportate da alcune testate giornalistiche, nonostante i chiarimenti già espressi in merito nel corso della giornata di ieri (11 novembre 2020). I quattro pazienti covid non sono deceduti nelle ambulanze in attesa all’esterno dell’ospedale. Gli stessi erano regolarmente ricoverati all’interno del pronto soccorso ed assistiti dal personale medico ed infermieristico. Il pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare durante tutta l’emergenza pandemica non ha mai chiuso. Nonostante le gravi difficoltà operative dovuto all’enorme afflusso di pazienti, continua ad offrire i propri servizi sanitari“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 + undici =