Napoli, gravi danni al Castel dell’Ovo per le mareggiate. Crollano gli interni

0
319
Castel dell'ovo danni mareggiata

Castel dell’ovo danni mareggiata: I danni che ha subito Castel dell’Ovo a causa della mareggiata che ha colpito Napoli il 28 dicembre sono ingenti. Muri crollati, pavimentazione divelta, vetri e rosoni rotti all’interno. La struttura, sia all’esterno che all’interno, presenta una serie di grossi danni. In questi giorni è prevista la messa in sicurezza della parte esterna del sito.

Ti consigliamo come approfondimento – Mareggiata Napoli lungomare: i gestori contano i danni

Castel dell’ovo danni mareggiata, la struttura ne esce con le ossa rotte

Castel dell'ovo danni mareggiataCastel dell’Ovo esce con le ossa rotte dalla mareggiata che ha colpito Napoli lo scorso 28 dicembre. Muri crollati, pavimentazione divelta, rosoni e vetri rotti sarebbero solo alcuni dei danni che ha subito la struttura. Nella zona esterna, nota come il Ramaglietto, diversi elementi delle strutture hanno ceduto a causa dell’impeto dell’acqua. Il Castello avrebbe ricevuto diversi danni anche all’interno e solo dopo il sopralluogo dei tecnici, che avverrà domani, potranno essere quantificati.

Nella giornata di ieri, sono iniziati i lavori per la messa in sicurezza delle aree esterne. I lavori sono stati affidati dal Comune alla ‘NapoliServizi’ e appaltati a una ditta specializzata. L’assessore alla Protezione Civile Rosaria Galiero si occuperà del dossier.  

Ti consigliamo come approfondimento – Molo Borbonico crollato: a Napoli la manifestazione a difesa dei monumenti

Dopo la messa in sicurezza, necessario sarà il restyling

Castel dell'ovo danni mareggiataUna volta che la zona del Ramaglietto sia stata messa in sicurezza, saranno necessari dei lavori di restyling per il Castello. Si dovrà quindi avviare un progetto di comune accordo con la Soprintendenza per i Beni Culturali. Tale organizzazione è l’espressione territoriale del ministero.

Diverse sono le ipotesi che sono state vagliate dal Comune di Napoli, tra esse vi è anche la possibilità di utilizzare delle barriere che possano bloccare le onde prima che si infrangano sulle strutture architettoniche del Castello.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × due =