Castellammare, ambulanza ci mette troppo ad arrivare: medico e vigile picchiati dalla folla

0
238
Castellammare medico

Castellammare medico e vigile presi a calci e pugni dalla folla che li stava aspettando dopo che un uomo aveva perso conoscenza per un malore. L’aggressione sarebbe avvenuta perché l’ambulanza ci ha impiegato troppo tempo ad arrivare. Il segretario generale Funzione Pubblica Cisl di Napoli denuncia la vicenda. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Elon Musk compra Twitter per 44 miliardi. Numeri e critiche dell’operazione da record

Castellammare medico e vigile pestati: la denuncia di Luigi d’Emilio 

tagli stipendi 118, Castellammare medico È avvenuto in via Giovanni XXII. L’ambulanza era stata chiamata per soccorrere un uomo colpito da un malore. Una volta arrivata però i sanitari sono stati incolpati di averci impiegato troppo ad arrivare dal presidio medico alla zona dove era richiesto il soccorso. Sono iniziate quindi le lamentale che si sono subito trasformate da violenze verbali a fisiche. Ad essere colpiti a calci e pugni il medico arrivato per soccorrere l’uomo e un vigile urbano che tentava di ripristinare l’ordine pubblico.

Il sindacalista Luigi d’Emilio ha denunciato l’accaduto. “Chiediamo al Commissario prefettizio che il Comune di Castellammare si costituisca parte civile nel procedimento penale nei confronti dei responsabili dellaggressione. Al fine di scoraggiare il ripetersi di episodi di aggressione nei confronti dei tutori dell’ordine e della sicurezza della città. Ed in questo caso, e non il primo, anche di coloro che sono impegnati ad occuparsi della salute dei cittadini”. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Napoli, foto del Duce negli uffici comunali del consigliere Longobardi (FdI)

Castellammare medico e vigile picchiati: stesso episodio anche a Napoli 

rifugiata ucraina morta, Castellammare medicoLo stesso episodio sempre nella giornata di ieri è avvenuto anche a Napoli, all’ospedale San Paolo. La lite è avvenuta tra una guardia giurata e un paziente. Sconosciuti al momento i veri motivi del litigio. Durante la rissa è stata inoltre presa di mira un’infermiera di passaggio che è stata colpita pesantemente al volto. A denunciare l’accaduto la pagine Facebook “Nessuno tocchi Ippocrate” che si occupa di segnalare episodi violenti ai danni dei sanitari a Napoli.

In difesa delle guardie giurate parla invece Giuseppe Alviti. “Ormai sono esausto e stanco di commentare le tante aggressioni alle guardie giurate e camici bianchi ai pronto soccorso da parte di energumeni trogloditi. Servono servizi aggiuntivi con guardie giurate e unità cinofile con pastori tedeschi addestrati”. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Imprenditore ucciso a martellate dall’ex fidanzato della figlia: “Voleva riprendersi l’auto”

Aggressioni a sanitari e Forze dell’Ordine: la denuncia di Francesco Emilio Borrelli 

rapina Boscoreale ottico, Castellammare medico
Francesco Emilio Borrelli,
fonte: francescoemilioborrelli.eu

Anche il consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli parla dell’accaduto. “Si tratta della 19ma aggressione dall’inizio dell’anno. Una situazione inaccettabile. Che vede sempre più spesso i pronto soccorso e le corsie degli ospedali partenopei diventare dei veri e propri ring. Da molto tempo chiediamo di presidiare questi luoghi con drappelli fissi delle forze dellordine. In modo da costituire efficaci deterrenti per i violenti e consentire interventi immediati per fermare le risse. Anche questa volta ci attendiamo punizioni severe per il violento di turno che ha causato anche la sospensione temporanea di un servizio pubblico essenziale”. Sia per l’aggressione di Castellammare he per quella di Napoli non si sono registrati ancora fermi ufficiali da parte della Polizia. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

nove + 19 =