Catania, bimba di 5 anni rapita da uomini armati e incappucciati, trovata morta

0
124
Catania Bimba rapita morta
Fonte Ansa

Catania Bimba rapita morta da tre persone incappucciate mentre era in auto con la madre. Le indagini dei Carabinieri sono durate tutta la notte. Si cercano ovunque elementi utili alle indagini. Nella serata di ieri sono state diffuse alcune foto della bambina.

Ti consigliamo come approfondimento-Inquietante scoperta in Brasile: ritrovati due cadaveri legati a un albero della foresta amazzonica

Catania Bimba rapita morta: indiscrezione vera o falsa?

Fonte Ansa

Secondo ultime indiscrezioni la bambina di 5 anni, rapita nel pomeriggio di ieri, sarebbe stata trovata morta. La notizia è ancora da confermare, ma alcuni media locali avrebbero confermato l’indiscrezione. Si legge che il cadavere della bambina sarebbe stato trovato in un un auto abbandonata. L’auto in questione sarebbe stata sequestrata e ispezionata da Reparto Scientifico dei Carabinieri. Inoltre, alcuni giornalisti presenti all’esterno della casa della bambina, avrebbero dichiarato di aver visto la madre uscire di casa piangendo. Nelle prossime ore potrebbero esserci ulteriori novità o dichiarazioni ufficiali da parte delle Forze dell’Ordine, del Pm o della famiglia.

Ti consigliamo come approfondimento-Catania, bambina di 5 anni rapita da tre uomini armati e incappucciati

Catania Bimba rapita morta: ritornava a casa dall’asilo

Scuola niente quarantena, nuovo decreto legge covidUna bambina di 5 anni è stata rapita mentre era in auto con la madre. Il rapimento è avvenuto a Piano di Tremestieri in provincia di Catania. La bimba è stata sequestrata da tre uomini incappucciati armati di pistola mentre era in auto con la madre. Madre e figlia erano di ritorno dall’asilo, quando i tre assalitori si sono avventati su di loro. Le indagini sono partite immediatamente e sono state condotte dai Carabinieri e dalla Procura di Catania. La raccolta di prove, verifiche e ricerche sono durate per tutta la notte. Gli inquirenti sono ancora alla ricerca di elementi utili per capire i motivi del sequestro. La madre della bambina è ancora sotto shock. Nel frattempo, si indaga anche sulla famiglia e gli amici della donna.

Ti consigliamo come approfondimento-Shock a Milano: figlio uccide il padre, corpo trovato disossato e decapitato

Catania Bimba rapita morta: indagini serrate

allievi carabinieri campana, pomigliano d'arco operaio mortoCome detto le indagini sono serratissime e tutto per il momento si è soffermato sulla ricostruzione del rapimento dato dalla madre. Gli investigatori sperano di riuscire a trovare elementi utili alle indagini nelle parole della madre ancora sotto shock. In questi casi di sequestro è utile trovare il prima possibile notizie. Infatti, il fattore tempo nei sequestri di persona rappresenta l’aspetto cardine. Le Forze dell’Ordine si muovono senza sosta alla ricerca di elementi utili alle indagini. Sono, infatti, al vaglio tutte le possibili ipotesi. In merito a ciò la Procura ha deciso di diffondere due foto della bimba alla ricerca di possibili testimoni.  Nella prima si vede la piccola in un’immagine sfocata con una maglietta a maniche corte bianca e un paio di pantaloncini gialli. Nella seconda la bambina indossa il sopra di una tuta e, sorridente, mostra un biglietto con in basso la parte finale della scritta “Auguri mamma”.

Ti consigliamo come approfondimento-Saman Abbas, scoperti pozzi mai esplorati per le ricerche: ecco cosa sta succedendo

Catania bimba sequestrata: non si esclude alcuna ipotesi

consiglio di stato, processo ciro grilloInoltre, le Forze dell’Ordine cercano anche possibili videocamere di sorveglianze che possano aver immortalato la bimba o i suoi sequestratori. Per la Procura e i Carabinieri, il sequestro resta ancora un “giallo”. Non si esclude la mano della criminalità organizzata o che sia collegato a una richiesta di riscatto. E quindi è al vaglio ogni ipotesi. I genitori, che sembra non siano al momento conviventi, e i familiari della piccola sono stati sentiti nuovamente dai Carabinieri. Una ipotesi, anche se in forma molto dubitativa, l’ha avanzata il sindaco di Mascalucia, Enzo Magra. Il sindaco ha detto: “Mi sono messo a disposizione dei Carabinieri per aiutare le ricerche anche tramite i volontari della protezione civile. Mi è stato riferito che non si tratta di smarrimento o di fuga, ma di altro, probabilmente di dinamiche familiari”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

otto − tre =