La madre ha inferto 11 coltellate, solo l’ultima fatale: ecco il referto dell’autopsia della piccola Elena

0
1029
Catania Elena autopsia

È arrivato il referto dell’autopsia della piccola Elena. 11 coltellate. Solo l’ultima fatale, quella che ha reciso un’arteria. Fa malissimo il referto che ha documentato i fatti. La crudeltà, in provincia di Catania, di una madre ai danni di sua figlia. Il dolore del padre e i “non ricordo” della madre lacerano il silenzio di una comunità a lutto. Ma gli inquirenti non ci vedono ancora chiaro. Com’è possibile che nessuno abbia visto o sentito niente? Si pensa ad almeno un complice, perché nella dinamica ci sono ancora troppi buchi.

Ti consigliamo come approfondimento – Bonus 200 euro, è caos sui moduli: non c’è automatismo per i dipendenti

Catania Elena Autopsia: l’indagine sulla madre

Bimba abbandonata operata salvata, Catania Elena AutopsiaI suoi “Non ricordo” sono ormai proverbiali. Martina Patti è rea confessa dell’omicidio della piccola Elena di 5 anni a Mascalucia in provincia di Catania. Durante l’interrogatorio del giudice per le indagini preliminari ha scelto di rispondere.

Ma non ha chiarito tutto. Gli inquirenti non sanno se: ha agito da sola o è stata aiutata da qualcuno. Né come abbia portato il corpo della figlia nel campo in cui poi è stata ritrovata. Nessuno ha visto niente? La madre scellerata si è dichiarata unica responsabile del delitto e di aver ucciso la piccola Elena in quel campo.

Prelevata da scuola dalla madre, la piccola non è mai tornata a casa. La madre ha inventato una storia funambolica, che alle prime domande degli inquirenti non ha retto.

Ti consigliamo come approfondimento – Contagi in Olanda dopo un concerto: avevano tutti il green pass

Catania Elena autopsia: i dubbi degli inquirenti

Omicidio Vetralla, matias bimbo ucciso, davide paitoni, Napoli madre uccisa, brescia donna tagliata,, Catania Elena AutopsiaMentre la procura indaga sulla madre, scava anche sul padre della bimba, Alessandro Del Pozzo. Per il pm non può essere stato un semplice raptus. Anzi, si pensa che la donna avesse pianificato il delitto.

Il movente sarebbe la gelosia nei confronti della relazione che Alessandro ha con un’altra donna. Ma qual è il ruolo di Elena in tutto questo macabro quiz? Oltre a quello della vittima designata, ben inteso.

La bambina avrebbe fatto scattare nella madre una vera e propria sindrome di Medea. Pare, peraltro, che fosse anticipata da fattori di rischio molto chiari.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, la controversa circolare: basta musica nei locali

Catania Elena autopsia: il referto del medico legale

bari chirurgo infarto, neonato 370 grammi,manichetti lockdown no vax,, Catania Elena AutopsiaIeri si è svolta all’ospedale Cannizzaro di Catania l’autopsia sul corpo della piccola Elena. Qualche elemento utile alla ricostruzione di quello che è successo sembra essere arrivato.

Undici coltellate inferte alla bambina di cinque anni. L’arma, ancora non ritrovata, sembrerebbe essere un coltello da cucina. Questi i primi risultati che sono stati divulgati. La vittima non è morta subito, ma solo dopo il fendente letale, che ha reciso i vasi dell’arteria succlavia.

Il gip ha convalidato il fermo. Inoltre ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare per omicidio premeditato pluriaggravato e occultamento di cadavere.

Rimane solo tanta amarezza: come può una madre uccidere la propria figlia?