Cellulare e sigaretta alla guida: cosa dice il codice della strada

0
160
cellulare auto guida velocità fumo

Cellulare o sigaretta alla guida? Si è parlato molto delle modifiche approntate al codice stradale, che hanno portato all’aumento di alcune sanzioni per guidatori, che violano norme che ormai dovrebbero essere acquisite. (Leggi anche: codice della strada – I 5 stelle propongono stop a fumo e cellulari alla guida)

Fumo, un’abitudine fuori dalla norma

Fumare in auto è, oggi, un gesto che risulta quasi essere automatico, o meglio automatico per la maggior parte dei tabagisti.

Il codice della strada non concorda però con queste abitudini. Oltre a essere una forte distrazione alla guida, infatti, fumare in auto è vietato secondo l’articolo 51 della legge 3/2003.

La legge, riguardante la tutela della salute dei non fumatori, prevede il divieto di fumo in luoghi chiusi. Si estende poi, anche ai conducenti di autovetture, purché queste siano in movimento e non in sosta.

Per i passeggeri invece, il fumo è vietato in casi specifici:

  • Se è presente un minorenne a bordo;
  • Se è presente una donna in stato di gravidanza.

Leggi anche: smartphone dipendenti? Bolzano vi protegge con i paratesta di #staysmart

Dal fumo al cellulare

CellulareÈ severamente vietato anche l’utilizzo del proprio smartphone durante la guida. Ciò è previsto dall’articolo 173 del codice della strada.

Le sanzioni previste in caso di violazione prevedono una multa che va da 27,50€ a 275€. Fanno eccezione alcuni casi specifici in cui la sanzione potrebbe arrivare ad avere un costo fino a quasi 700€.

La multa deve essere pagata inoltre entro 5 giorni; in caso di contestazione deve essere presentata entro 30 giorni al prefetto.

Campagne contro il fumo

Il numero di fumatori è sempre crescente come il numero delle vittime: solo lo scorso anno lrisulterebbero essere circa 7 milioni.

Un italiano su tre cerca di smettere, consapevole dei danni collaterali che il tabagismo comporta e che una buona percentuale di malattie cardiache è dovuta al fumo.

Sono varie le campagne svolte contro il fumo:

  • Quelle proposte dall’Unione Europea, in cui si mostrano ex tabagisti come eroi;
  • Campagne fotografiche shock proposte dagli USA;
  • Foto poste sui pacchetti di sigarette o avvertimenti lì presenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here