Il ministro Valditara: “Vietato l’utilizzo improprio di strumenti elettronici in classe!”

0
637

Cellulari classe circolare ministero: il ministro Valditara ribadisce il divieto di utilizzare gli smartphone mentre si fa lezione. L’uso dei cellulari e di altri dispositivi elettronici, viene precisato nel documento, potrà essere consentito solo su autorizzazione del docente. Ci si appella al senso di responsabilità.

Ti consigliamo come approfondimento-Il ministro Valditara propone il lavoro socialmente utile per “punire” i bulli

Cellulari classe circolare ministero: nuova stretta

Ragazzo precipita tetto scuolaVia alla stretta dell’uso di cellulari in classe da parte del Ministero dell’Istruzione. Arrivata pochi minuti fa la circolare del ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara. Tale circolare ribadisce il divieto di utilizzare gli smartphone mentre si fa lezione. Il ministro ha dichiarato: “Distrarsi con i cellulari non permette di seguire le lezioni in modo proficuo. Inoltre, è una mancanza di rispetto verso la figura del docente, a cui è prioritario restituire autorevolezza”. L’uso dei dispositivi elettronici potrà essere consentito su autorizzazione del docente, e in conformità con i regolamenti di istituto. L’utilizzo sarà consentito solo per finalità didattiche, inclusive e formative. Nel documento viene richiamata un’altra circolare del 2007. Tale circolare già stabiliva un divieto di utilizzo in classe di telefoni cellulari. Si fa dunque presente che sul tema delle linee guida esistono già e andrebbero fatte rispettare.

Ti consigliamo come approfondimento-Professore, deriso da studente, reagisce e gli dà un pugno nello stomaco

Cellulari classe circolare ministero: già presente una circolare in merito

Violenza scuole lavori socialmente utili
Dalla pagina Facebook del ministro dell’Istruzione Valditara

Quali sono queste disposizioni? Nella già citata circolare n.30 del 15 marzo 2007 si legge: “L’uso del cellulare e di altri dispositivi elettronici rappresenta un elemento di distrazione. Distrazione sia per chi lo usa che per i compagni, oltre che una grave mancanza di rispetto per il docente configurando. Per questo chi usa lo smartphone in classe commette un’infrazione disciplinare sanzionabile attraverso provvedimenti orientati non solo a prevenire e scoraggiare tali comportamenti. Inoltre, secondo una logica educativa propria dell’istituzione scolastica, tende a stimolare nello studente la consapevolezza del disvalore dei medesimi”. Dunque, la circolare che vietava il loro utilizzo già c’era, ma spesso non era impugnata dai docenti. Cambierà qualcosa o la situazione sarà sempre la stessa?

Ti consigliamo come approfondimento-Shock a scuola, ragazzo accoltella un 15enne: reagisce così ai ripetuti atti di bullismo!

Cellulari classe circolare ministero: nuove linee

Dalla pagina Facebook del ministro Valditara

Rispetto ad allora le linee guida non cambiano. Ma dovranno essere applicate senza sconti. Il ministro Valditara continua: “L’interesse comune che intendo perseguire è quello per una scuola seria. Bisogna rimettere al centro l’apprendimento e l’impegno. Una recente indagine conoscitiva della VII commissione del Senato ha anche evidenziato gli effetti dannosi che l’uso senza criterio dei dispositivi elettronici può avere su concentrazione, memoria, spirito critico dei ragazzi. La scuola deve essere il luogo dove i talenti e la creatività dei giovani si esaltano, non vengono mortificati con un abuso reiterato dei telefonini. Con la circolare, non introduciamo sanzioni disciplinari” ha chiarito Valditara, ma “ci richiamiamo al senso di responsabilità. Invitiamo peraltro le scuole a garantire il rispetto delle norme in vigore e a promuovere, se necessario, più stringenti integrazioni dei regolamenti e dei Patti di corresponsabilità educativa, per impedire nei fatti l’utilizzo improprio di questi dispositivi”.