Chef massacrato con un’ascia davanti al suo ristorante. Indagini in corso

0
82
Chef massacrato con ascia
Dalla pagina Facebook del ristorante "Ittiturismo Sabor' E MARI"

Chef massacrato con ascia davanti al suo ristorante in Sardegna. La vittima è Alessio Madeddu, un celebre chef sardo, diventato famoso per aver partecipato ad alcune trasmissioni. Le indagini dei Carabinieri sono in corso sul posto. La vittima era nota anche alle Forze dell’Ordine.

Ti consigliamo come approfondimento-Madre uccide le figlie e scompare: ritrovata borsa. Si è suicidata nel fiume?

Chef massacrato con ascia fuori al ristorante

Dalla pagina Facebook del ristorante “Ittiturismo Sabor’ E MARI”

Questa mattina il corpo senza vita dello chef Alessio Madeddu è stato trovato nei pressi del suo ristorante in Sardegna. Il locale, Sabor’e Mari (Sapore di mare),  è situato a Porto Budello, località lungo la costa di Teulada, nella parte meridionale della Sardegna. Lo chef, di 52 anni, è stato ucciso con un’arma da taglio molto probabilmente un’accetta. La vittima era molto nota per aver partecipato a diverse trasmissioni televisive. Infatti, nel 2018 partecipò al programma “4 Ristoranti” condotto dallo chef Alessandro Borghese su Sky. Inoltre, ha anche partecipato alla trasmissione ‘Sabor’e mari asHcoppio’, sull’emittente Eja tv, in cui proponeva alcune ricette al ritmo di rock’n roll. Sulla vicenda indagano i Carabinieri del Comando Provinciale di Cagliari. Sul luogo sono in atto i sopralluoghi del Reparto Investigazioni Scientifiche di Cagliari, del Pm Rita Cariello e del Medico Legale Roberto Demontis.

 

Ti consigliamo come approfondimento-Verona: mamma uccide le due figlie di 11 e 3 anni nella notte, poi fugge

Chef massacrato con ascia già noto ai Carabinieri

allievi carabinieri campana, pomigliano d'arco operaio mortoLo chef era già noto alle Forze dell’Ordine. Infatti, nel novembre del 2020 aggredì alcuni Carabinieri con una ruspa. Per tale gesto venne condannato per tentato omicidio nel marzo scorso a una pena di 6 anni e otto mesi. Madeddu aveva tentato di speronare con una ruspa una volante dei Carabinieri, colpevoli di volerlo sottoporre all’alcol test dopo un’incidente stradale. Quest’ultimo era stato causato dallo chef nello notte precedente. Lo chef venne arrestato e condotto in carcere. Madeddu ha trascorso circa 5 mesi in custodia cautelare ma negli ultimi mesi, a seguito della condanna, aveva ottenuto i domiciliari. Le Forze dell’Ordine tenteranno adesso di far luce sulle dinamiche dell’episodio.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × 4 =