Chico Forti riabbraccia mamma dopo 16 anni: polemica sull’incontro previsto per oggi

0
148
Chico Forti 1

Chico Forti riabbraccia madre dopo 16 anni. L’incontro tra Chico Forti e sua madre è previsto per oggi e avverrà a Trento dove risiede la donna. Il sindacato della Polizia Penitenziaria polemizza e accusa: “due pesi e due misure”. L’ex velista italiano era stato condannato all’ergastolo nel 2000 per omicidio negli Stati Uniti. Qualche giorno fa Forti è riuscito a rientrare in Italia dove sconterà la sua pena.

Ti consigliamo come approfondimento – Chico Forti è tornato in Italia: “Non vedo l’ora di abbracciare mia madre”

Chico Forti riabbraccia madre dopo 16 anni: rientrato in Italia qualche giorno fa il detenuto potrà finalmente congiungersi con l’anziana madre

Chico Forti riabbraccia madre Chico Forti riabbraccia madre dopo 16 anni di detenzione in america. Negli scorsi giorni Forti è stato estradato in un carcere italiano. L’uomo aveva trascorso più di 10 anni in una cella americana. Dopo aver ricevuto il permesso dai giudici oggi finalmente potrà riabbracciare la madre 96enne. L’incontro si terrà a Trento dove risiede l’anziana donna. “Chico aveva incontrato sua madre per l’ultima volta 16 anni dicendole che probabilmente non si sarebbero più rivisti. Questa donna ha resistito fino ad oggi solo per riabbracciare il figlio” . Queste le parole di Andrea Di Giuseppe, parlamentare di Fratelli d’Italia. Di Giuseppe ha seguito il caso e facilitato il rientro in patria di Forti. Il Parlamentare ha ringraziato il giudice di Garanzia e gli avvocati per la celerità con cui sono riusciti a concedere questo permesso.

Ti consigliamo come approfondimento – Chico Forti libero: il connazionale dopo vent’anni torna in Italia

Il Sindacato di Polizia penitenziaria polemizza: “Amarezza, due pesi e due misure”

Chico Forti riabbraccia madre
Fonte: wikipedia

In una nota Aldo Di Giacomo, segretario del Sindacato di Polizia penitenziaria polemizza per la possibilità data a Chico Forti. “Per noi servitori dello Stato che ogni giorno in carcere combattiamo, per conto dello Stato, una battaglia oscura ma importante per il rispetto della legalità, il sentimento di amarezza e smarrimento è molto diffuso. Chico Forti, condannato per omicidio negli Stati Uniti e sabato scorso tornato in Italia, potrà lasciare temporaneamente il carcere per incontrare la madre”. L’amarezza deriva dal fatto che ci siano altre situazioni simili per le quali non è stato usato questo approccio così celere. Al segretario risulterebbe che lo stesso provvedimento concesso a Forti necessiterebbe di diverse settimane di attesa per altri detenuti. Insomma la critica che il Sindacato muove è quella di aver utilizzato “due pesi e due misure”.