Padre porta il figlio dai carabinieri e lo denuncia per spaccio: aveva 20 grammi di marijuana nelle mutande

0
1313
Chieti padre denuncia figlio

Chieti padre denuncia figlio, gli ha trovato 20 grammi di marijuana nelle mutande. Era un da un pò che il padre aveva dei sospetti nei confronti di suo figlio. A causa del comportamento mutato di quest’ultimo nell’ultimo periodo. Così ha deciso di perquisirlo una volta a casa. Nel farlo ha trovato 20 grammi di marijuana nelle mutande. Così, anziché punirlo, ha pensato di portarlo dai Carabinieri. La storia riguarda un ragazzino di 14 anni ora accusato di possesso di droga.

Ti consigliamo come approfondimento – Biden concede la grazia ai detenuti per possesso di cannabis: “Nessuno deve andare in prigione per questo”

Chieti padre denuncia figlio: il racconto dei fatti

Cannabis, Chieti padre denuncia figlio,La vicenda si svolge a Chieti e riguarda un padre e suoi figlio di 14 anni. L’evento in questione avviene la sera di Halloween. Il figlio stava per uscire di casa quando ha una discussione con il padre. Così il genitore decide di perquisirlo e, nelle mutande del figlio, trova un quantitativo pari a 20 grammi di marijuana (divisa in vari dosi). Da qui dunque l’ipotesi che quest’ultima venisse spacciata, oltre che consumata, dal figlio. Così decide dunque di non punirlo, sgridarlo o rimproverarlo ma di andare ben oltre. Assieme alla madre infatti caricano il ragazzino in macchina e lo portano dai Carabinieri.

Ti consigliamo come approfondimento – Referendum Cannabis: l’intervista ad Antonella Soldo di #megliolegale

Chieti padre denuncia figlio: la denuncia ai carabinieri

Chieti padre denuncia figlio, Concorso allievi vice ispettori Polizia PenitenziariaIl gesto dei genitori è chiaro, da un lato criticabile, dall’altro apprezzabile per il coraggio. Hanno trovato 20 grammi nelle mutande del figlio. Avrebbero potuto sgridarlo e punirlo, ma hanno scelto altro. Hanno deciso di portarlo dai carabinieri e raccontare loro dell’accaduto. Consegnando i 20 grammi di marijuana divisi in dosi. Una decisione che avrà ripercussioni sul ragazzino. Di fatto per lui è scattata la denuncia dalla procura della Repubblica presso il tribunale dei minori dell’Aquila. L’accusa rivolta al 14enne è quella di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Ti consigliamo come approfondimento – Germania, il Parlamento approva documento sulla liberalizzazione della cannabis

Chieti padre denuncia figlio: le parole del genitore

Chieti padre denuncia figlio, Ragazzo precipita tetto scuolaIl padre del 14enne, in seguito alla vicenda, rilascia dichiarazioni. Parla del suo gesto, della sua decisione e di ciò che l’abbia portato a fare ciò. “Voglio salvare mio figlio, voglio che cambi” afferma. “Sto facendo questo a fin di bene per cercare di salvarlo dalla spirale della droga” continua. Secondo il padre, il 14enne, da un pò di tempo sembrava cambiato. Aveva iniziato a saltare spesso la scuola e a rispondere male ai professori. Oltre a ciò aveva aggiunto varie note scolastiche per la sua condotta in classe. Inoltre anche il suo rendimento in termini di voti aveva subito un netto calo. Tutto ciò ha insospettito i genitori che sono poi giunti ad un vero e proprio blitz nei confronti del figlio.