“Christmas Blue” – ovvero, quando il Natale mette tristezza

0
401
Christmas blue

Natale è da sempre il periodo più bello dell’anno. Luci, regali e atmosfera di festa non possono che trasmettere felicità. Eppure, proprio in questo periodo così lieto, ci sono tante persone che soffrono di Christmas Blue.

Ti consigliamo come approfondimento – Campania Cultura Viva, l’arte non si ferma: un Natale ricco di eventi online

Christmas Blue: tristezza natalizia

santa lucia, lockdown natale, christmas blue

Le città addobbate a festa, la televisione che trasmette spot di famiglie felici, il profumo di dolci, la ressa ai negozi per l’ultimo regalo, quel paradossale “obbligo di essere felici” perché è Natale… Per molte persone il periodo natalizio rappresenta un vero e proprio incubo. Per questo stato di malessere gli psicologi hanno addirittura coniato un’espressione: Christmas Blue, la depressione natalizia. Anche in Italia colpisce milioni di persone.

Ti consigliamo come approfondimento – Natale a Napoli 2020: la cultura risplende tra teatro, musica, danza e luci

Christmas Blue e i danni psicologici della pandemia

bonus christmas blueQuest’anno le feste saranno particolarmente difficili a causa della crisi sanitaria che ha sconvolto le nostre vite. Giorgio Nardone, psicologo e psicoterapeuta, spiega così gli effetti del Covid-19 sul nostro modo di vivere le festività natalizie di quest’anno. “A causa della pandemia e delle conseguenti restrizioni, durante queste feste natalizie potrebbe verificarsi un aumento dei disturbi d’ansia, delle angosce e delle forme depressive negli italiani. Le limitazioni necessarie al contenimento del virus, che costringeranno molti a stare lontani dai propri cari, rischiano di aumentare il disagio psicologico, specialmente nelle persone più fragili e sole“.

Proprio in questi mesi, molte persone hanno perso un familiare o un amico a causa del Covid-19. Molti nonni non ci sono più, molti altri sono in ospedale o da soli, lontano da figli e nipoti. “Adattarsi al cambiamento non è facile né immediato” continua Nardone. “Considerando anche che nell’immaginario di tutti il Natale è tradizione, ripetizione familiare di riti e liturgie centenarie, uno schema impresso nella nostra memoria che resiste alle novità”.

Ti consigliamo come approfondimento – Stella di Betlemme a Natale, dopo 800 anni il ritorno della cometa

Christmas Blue: qualche consiglio per affrontarla

Covid pranzo Natale christmas blueI sintomi della Christmas Blue possono essere tenuti a bada. Si può provare a ricreare quel legame speciale con il Natale tipico di quando eravamo bambini, quando le feste rappresentavano una vera gioia. È importante innanzitutto trovare un momento quotidiano per dare sfogo all’angoscia – ad esempio al mattino, quando si è soli. Può sembrare assurdo, ma immergersi nelle sensazioni negative rappresenta un valido modo per affrontarle e per uscirne. Poi, è bene immaginare cosa ci piacerebbe fare e tentare di mettere in pratica tutte quelle piccole azioni che ci rendono sereni. Nel periodo delle feste cambiano molte abitudini quotidiane e la nostra routine viene sconvolta, perciò è vitale provare a mantenere un equilibrio, un ordine nelle nostre azioni giornaliere.

Un altro buon consiglio per vincere la depressione natalizia è fare regali sentiti. Non bisogna adempiere a degli obblighi o sdebitarsi con chi ci ha fatto un regalo per primo. Meglio piuttosto dedicare un’attenzione e un pensiero gentile a chi amiamo, senza imposizioni e senza ansia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 + undici =