Cina spalleggia Russia e accusa Nato e Usa: “Hanno provocato il conflitto”

0
847
cina accusa nato

Cina accusa NATO e Stati Uniti di aver provocato la guerra tra Russia e Ucraina attualmente in atto. L’organizzazione internazionale e il nuovo continente avrebbero come prossimo obiettivo sanzionare anche Pechino. Il tutto per mantenere l’egemonia. Ed è proprio per questo motivo che la Cina è contraria alle sanzioni che il mondo ha imposto alla Russia. A comunicarlo è stato il ministro cinese Zhao Lijian.

Ti consigliamo come approfondimento – La Russia rischia il default finanziario: il Paese potrebbe fallire il 16 marzo

Cina accusa NATO e USA: le parole del Ministro Lijian

cina accusa nato
Il Ministro Lijian, fonte: Twitter

“Sono state le azioni della Nato, guidata dagli Stati Uniti, che hanno gradualmente spinto fino al punto di rottura il conflitto tra Russia e Ucraina. Ignorando le proprie responsabilità, gli Stati Uniti accusano, invece, la Cina della propria presa di posizione sulla questione ucraina. Cercano margini di manovra per il tentativo di sopprimere contemporaneamente Cina e Russia, mantenendo la loro egemonia.” Questa è stata la dichiarazione di Zhao Lijian, il portavoce del Ministero degli Esteri cinese. È proprio per questo motivo che la Cina non ha intenzione di interrompere i rapporti commerciali con la Russia. Il Paese della Grande Muraglia ha proclamato che le numerosissime sanzioni imposte allo Stato di Putin sono dannose. Esse rischiano solo di accentuare ancora di più quello che è il conflitto politico-bellico in corso.

Ti consigliamo come approfondimento – Airbnb: boom di prenotazioni in Ucraina per sostenere la popolazione

Cina accusa NATO, ma non è indifferente dinanzi l’Ucraina

guerra cibernetica stefania battistini fermataMa il discorso del Ministro Lijian non esclude la vicinanza al Paese devastato dalle bombe e dai carri armati. La Cina ha infatti comunicato un grande annuncio. “Il prima possibile” l’Ucraina riceverà degli aiuti umanitari firmati dalla Croce Rossa cinese. Questo sostegno, diviso in vari lotti, consiste soprattutto in cibo e beni di prima necessità. Il suo valore totale ammonta a cinque milioni di yuan, che corrispondono a circa 723mila euro.

L’Ucraina ne ha realmente bisogno: a oggi sono 516 le persone che hanno perso la vita a causa dell’invasione. Altre 900 sono rimaste gravemente ferite. Ma l’Agenzia delle Nazioni Unite avverte che il numero di vittime reali è ben più alto rispetto a quello contato. La maggior parte di questa gente è capitolata in queste drammatiche condizioni in seguito ai raid aerei. Ricordiamo il bombardamento sull’ospedale pediatrico di Mariupol che, ormai, non esiste più. “Attacco diretto delle truppe russe contro un ospedale ostetrico. La gente, i bambini sono sotto le macerie. Atrocità! Per quanto ancora il mondo sarà complice ignorando il terrore? Chiudete il cielo adesso! Fermate le uccisioni! Avete la forza, ma sembra che stiate perdendo l’umanità”, ha scritto Zelensky su Twitter.

Ti consigliamo come approfondimento – Giappone, la “pietra assassina” si è rotta: grave catastrofe in vista?

Cina accusa NATO e USA, ma Putin continua l’operazione speciale

guerra ucraina cina, aziende abbandonano russia
Il capo dello stato russo Vladimir Putin

Se nella giornata di ieri Vladimir Putin ha negato la presenza di soldati di leva al fronte, oggi si è rimangiato tutto. La sua “operazione speciale” continua a mietere vittime, come visto nel paragrafo precedente. Nonostante poco fa il Presidente della Russia abbia avuto un colloquio con il cancelliere tedesco Olaf Scholz. Il loro dialogo non si è incentrato solamente sugli sforzi politico-diplomatici, ma ha accarezzato anche gli aspetti umanitari. Il conflitto potrebbe coinvolgere anche Paesi vicini l’Ucraina. Pertanto, Biden ha intenzione di inviare dei sistemi di difesa missilistici in Polonia.