Ciro Campana, l’imprenditore al servizio di ambiente e animali

0
68
ciro campana

Protagonista di questo numero della rubrica “Associamoci” è l’imprenditore nonché presidente della sezione Campania della L.I.D.A. (Lega Italiana dei Diritti dell’Animale), Ciro Campana. Il dott. Campana ci ha raccontato le origini, le attività e i progetti futuri dell’associazione che rappresenta.

Campana: “La vita mi ha gratificato. Ora è il momento di fare qualcosa per gli altri…

campanaDott. Campana, da dove nasce l’esigenza di creare un’associazione di questo tipo?

“L’esigenza di creare questa associazione nasce perché il nostro territorio è martoriato da problematiche ambientali. Non a caso ci troviamo nel mezzo della ‘terra dei fuochi’. Viviamo un dramma che ha colpito non solo il paesaggio, ma anche tante famiglie nella salute dei propri cari. Per via dei miei impegni lavorativi non ho tantissimo tempo da dedicare ad altre attività ma non potevo continuare ad accettare passivamente questa situazione. La vita mi ha gratificato e adesso è giunto il momento di fare qualcosa per gli altri. Per questo motivo nel 2011 sono diventato presidente della sezione Campania della L.I.D.A. (Lega Italiana dei Diritti dell’Animale). Si tratta di un’associazione ambientalistica e animalistica”.

“Voglio onorare le persone a me più care…”

“Lo faccio per onorare la memoria di mio fratello, di mia sorella e di mio cognato che purtroppo, come tante altre persone, hanno perso la loro battaglia contro un tumore. E poi “combatto” principalmente per mio figlio di 6 anni a cui voglio lasciare un mondo migliore e un “sistema ambiente” più salutare. La nostra associazione si rivolge principalmente ai ragazzi. Bisogna educarli al rispetto dell’ambiente e di tutte le altre forme di vita.”

“Le mie proposte per una svolta green”

coronavirus campanaLei quali provvedimenti adotterebbe per cercare una svolta “green”?

“Per prima cosa eliminerei o cercherei di limitare il più possibile l’uso della plastica facendo riscoprire il vuoto a rendere totalmente in vetro. Altro passaggio fondamentale sarebbe la sburocratizzazione e l’aumento delle pene per i reati ambientali. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto mi riferisco in particolare a un aumento della pena minima! Proprio per la vicinanza a questi temi, sono pronto in prima persona a scendere in campo per portare avanti queste tematiche a livello regionale.”

Dagli animali all’ambiente: ecco i risultati ottenuti

coronavirus campanaQuali sono stati i risultati raggiunti dall’associazione?

“Fino a questo momento abbiamo lavorato principalmente per gli animali. Ci riuniamo almeno una volta al mese per occuparci dell’adozione dei cagnolini, visitiamo i canili e organizziamo raccolte fondi proprio per aiutare i tantissimi volontari che si occupano dei nostri amici a quattro zampe. Parlo principalmente di cani e gatti perché sono quelli più “vicini” a noi; ma è un discorso che estendo a tutti gli animali. Infatti la nostra associazione nasce nel 1977 proprio per favorire il riconoscimento giuridico dei diritti naturali dell’animale e contrastare le violenze di ogni tipo e di ogni genere sugli umani e non”.

“Ricerchiamo un cambiamento culturale”

“Pratichiamo e promuoviamo il cambiamento culturale nel rapporto con gli animali che porti a stili di vita e a scelte politiche fondate sul rispetto e la solidarietà verso gli esseri viventi, senza distinzione di specie. In altre parole fermare ogni forma di sfruttamento e di sofferenza è il nostro obiettivo. Tutto questo è possibile perché oggi la L.I.D.A. svolge l’attività istituzionale in materia di tutela degli animali e dell’ambiente attraverso le proprie articolazioni territoriali presenti sull’intero territorio nazionale. Dal punto di vista strettamente ambientale, invece, la strada da fare è ancora lunga. I dati in mio possesso per decessi tumorali, collegati inevitabilmente all’inquinamento del nostro territorio, sono ancora molto preoccupanti.”

Obiettivi per il futuro…

bonus disabili campanaDott. Campana, ci può anticipare qualche progetto futuro?

“Non nego che in futuro vorrei occuparmi anche delle persone con disabilità. Tanto si è fatto ma tantissimo ancora si dovrà fare. Non è possibile, nel 2020, che molti diversamente abili non possano vivere una vita dignitosa. Per questo motivo stiamo valutando di allargare lo Statuto dell’Associazione per occuparci anche di questa tematica”.

Vademecum in caso si assista a un abbandono

allievi carabinieri campanaCosa fare: Non ingaggiare alcun tipo di tafferuglio – Prendere il numero di targa dell’automobile – Appuntare l’indirizzo del luogo in cui è stato abbandonato l’animale – Segnarsi la data e l’ora dell’evento – Chiedere ad altri presenti di testimoniare. In seguito, con questi dati è possibile denunciare l’episodio recandosi alla centrale della Polizia locale o chiamando uno dei seguenti numeri: Carabinieri: 112 – Polizia di Stato: 113 – Corpo Forestale dello Stato: 1515 – Vigili del Fuoco: 115. Infine, l’animale abbandonato verrà affidato alla Asl di competenza dove si trova il Servizio Veterinario attivo 24 ore su 24.

Il nostro codice penale punisce i delitti contro il sentimento degli animali

pulizia covid-19 calabria autodichiarazioneArt. 544 – bis. (Uccisione di animali) – Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da tre mesi a diciotto mesi. Art. 544 – ter. (Maltrattamento di animali) –  Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione a un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche è punito con la reclusione da tre mesi a un anno o con la multa da 3.000 a 15.000 euro. La stessa pena si applica a chiunque somministra agli animali sostanze stupefacenti o vietate ovvero li sottopone a trattamenti che procurano un danno alla salute degli stessi. La pena è aumentata della metà se dai fatti di cui al primo comma deriva la morte dell’animale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here