Cittadinanza offresi a stranieri di talento: Emirati Arabi lanciano un casting

0
211
cittadinanza emirati arabi

Cittadinanza Emirati Arabi? “Cittadinanza offresi a stranieri di talento”. No, non è un’offerta per ripopolare qualche isola deserta. La proposta giunge direttamente dalle labbra dell’emiro di Dubai, Mohammed bin Rashid al Maktoum.

Ti consigliamo come approfondimento – Covid cassa integrazione, 1,2 milioni di italiani aspettano ancora i loro soldi

Cittadinanza Emirati Arabi: cosa offre Dubai

Cittadinanza emirati arabiAi cittadini stranieri (e alle loro famiglie) che saranno in grado di creare valore aggiunto al processo di sviluppo del Paese, sarà offerta la cittadinanza. Dagli investitori economici agli scienziati, dagli ingegneri agli architetti, dai medici agli artisti: chiunque sarà in grado di fare la differenza in ambito lavorativo, potrà ottenere la doppia nazionalità. Il tutto senza necessità di fare domanda: saranno i regnanti a scegliere i destinatari di tale iniziativa. Si comprende immediatamente come la ricerca sia rivolta ad alti profili. Talento, innovazione, creazione di ricchezza, conoscenza della lingua inglese: queste le skills chiave per aspirare al casting.

Ti consigliamo come approfondimento – Kalò 5.0: a Pomigliano d’Arco la cucina tradizionale partenopea si “rinnova”

Perché Dubai cerca cittadini stranieri?

Cittadinanza emirati arabiLa crisi petrolifera e, soprattutto, la crisi mondiale dovuta alla pandemia da Coronavirus, hanno avuto pesanti effetti sull’economia della federazione. Economia che, giova ricordarlo, trae linfa vitale dai cittadini di nazionalità estera. La maggior parte dei residenti infatti è straniera così come circa il 90% della forza lavoro. La federazione del Golfo Persico rilascia visti di lavoro e studio temporanei della durata di diversi anni. Già nel 2019, a talenti esteri particolarmente promettenti nello studio e nel lavoro, è stata rilasciata una “golden card” della durata di 10 anni.

Ti consigliamo come approfondimento – Cinema e teatri ancora chiusi: il male della società è il Covid o l’ignoranza?

Talenti e capitali esteri per combattere la crisi

Covid-19, Cittadinanza emirati arabiÈ lampante come Dubai cerchi in ogni modo di attrarre persone e capitali in grado di fare la differenza. Con la crisi globale dovuta alla pandemia, molti tra coloro che vi lavoravano o vi studiavano, sono stati costretti a fare ritorno in Patria. Per un Paese che deve buona parte della propria ricchezza a turismo e finanza internazionale, è stato un duro colpo. La mission è una sola: fronteggiare la crisi e riprendere il processo di diversificazione post oil iniziato da circa un decennio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 1 =