Clienti ricchi molestano cameriera, titolare: “Non tornate più”. Poi le dà i 1000 dollari del conto

0
1044
clienti molestia cameriera
Dall’account Twitter di Lee Skeet

Clienti molestia cameriera, il gruppo di uomini a fine cena paga il conto e va via. Il titolare però gli intima di non tornare più nel suo locale. La storia denunciata dal proprietario del ristornate su Twitter diventa subito virale. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Afghanistan, donne in protesta contro i talebani: ritorna l’incubo del burqa

Clienti molesta cameriera: i fatti raccontati su Twitter

clienti molestia cameriera
Dall’account Twitter di Lee Skeet

Si chiama Lee Skeet chef e proprietario di un ristorante a Cardiff nel Regno Unito. Il giovane si sfoga sul suo profilo Twitter riguardo una brutta vicenda di molestie che ha visto vittima una cameriera del suo ristorante. La ragazza 22enne si chiama Lily e alcune sere fa stava svolgendo il suo lavoro di cameriera nella sala del ristorante di Skeet. Nel ristorante una grande tavolata di uomini era riunita per una festa. Lily li ha serviti per tutta la sera, ma a fine servizio, in lacrime ha parlato al suo superiore delle molestie da lei ricevute. Skeet si è ritrovato con un bonifico da parte del gruppo di uomini di 1000 dollari. Il prezzo della costosa cena  

A fine serata quindi Skeet decide di contattare via mail il gruppo di uomini per restituirgli la somma di denaro e criticare il loro comportamento. Poi ha condiviso la mail su Twitter affermando. “Non sono in cerca di likes. Penso solo che dovremmo iniziare a far capire alle persone abbienti che non possono trattare le altre persone che lavorano come se fossero spazzatura”. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Yara Gambirasio nel telefono del Carabiniere Mottola del caso Mollicone

Clienti molestia cameriera: la mail del proprietario al gruppo di uomini 

clienti molestia cameriera, bambino morto Kiev, sposa suicidio, napoli 12enne suicidio, Salerno 13enne muore, Benevento bimbo morto, incinta suicida, violenza napoli moglie, cane salva neonato, figlia abusi padre,Nella mail Skeet inizia dicendo di essere lusingato per aver scelto il suo ristorante. Tuttavia racconta anche le molestie che la 22enne ha denunciato. “Ho trascorso l’ultima ora in una conversazione che mi ha spezzato il cuore. Mi ha fatto sentire un miserabile titolare e un terribile papà. Sfortunatamente a fine serata sono venuto a sapere che il vostro comportamento nei confronti di Lily è stato inappropriato. Mi ha raccontato che, nonostante fosse una ragazza di 22 anni, sia stata insultata, molestata verbalmente e palpata senza il suo consenso dai membri del vostro gruppo”. Riguardo poi al 1000 dollari, Skeet risponde di voler rimborsare i clienti. “Meno 100 pounds che credo spettino ad Lily. Vi pregherei di non tornare mai più al mio ristornate. Lily significa molto di più per me dei soldi”. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Kailia Posey si è suicidata: muore a 16 anni il volto meme di Grinning Girl

Clienti molestia cameriera: la storia virale su Twitter 

clienti molestia cameriera
Dall’account Twitter di Lee Skeet

La storia su Twitter è diventata in poco tempo virale. Molti hanno commentato in maniera positiva il gesto del titolare. Alcuni hanno anche rilasciato la loro testimonianza trovandosi a cenare la sera della molestia. Skeet ha ricevuto l’appoggio di molti utenti, che si sono ripromessi di andare a cenare al suo ristorante. Dopo aver ricevuto alcuni consigli il giorno successivo Skeet carica un ulteriore aggiornamento sulla vicenda. Pubblicando lo screenshot del bonifico e scrivendo di averci ripensato riguardo al rimborso. “Riflettendoci ho agito troppo d’impulso la scorsa notte. Mi dispiace era troppo arrabbiato e protettivo. Non rimborserò i clienti dei loro soldi. Ho intenzione di tenerli e darli a Lily”.