Comunali Palermo 2022, ecco chi vuole il campo largo

Comunali Palermo 2022, ancora nulla è chiaro: candidati, coalizioni, programmi. Il campo largo sembra un'opzione sul tavolo, ma non piace a tutti

0
230
comunali palermo 2022, forza italia palermo, elezioni palermo 2022

Comunali Palermo 2022: le elezioni sono ormai alle porte, ma pochi sono i contenuti e poche le idee chiare. Sia nel centrodestra che nel centrosinistra, nessuno al di là dei giovani ha dato risposte concrete. Sembra esserci solo un gioco di tattiche e parti che non rende chiare le intenzioni. Vediamo meglio insieme cosa succede.

Ti consigliamo come approfondimento – Napoli, studenti protestano: “Le vostre mani sono sporche di sangue!”

Comunali Palermo 2022: i volti del centrodestra

comunali palermo 2022A destra è partita la corsa per accaparrarsi il miglior volto per palazzo delle Aquile. Sembra tramontata l’ipotesi Roberto Lagalla. Il già rettore dell’Università di Palermo e assessore regionale alla formazione pareva spinto in particolare dall’Udc. Sembra però improbabile una sua candidatura: pare infatti che avrebbe dato la disponibilità solo in caso di centrodestra unito.

In Forza Italia c’è stata per settimane una discussione attorno ai nomi di Gianfranco Miccichè, presidente ARS, e Giulio Tantillo, consigliere comunale. Da diverso tempo, però, sembra che entrambe le strade non siano percorribili. Tra i forzisti si fanno largo anche le voci su Francesco Greco e Francesco Cascio, con l’ex presidente dell’ordine degli avvocati che ritorna come nome dopo cinque anni.

Nella Lega è ambiscono l’ex IV Scoma, Marianna Caronia e Alberto Samonà, mentre le destre palermitane ripropongono tra i nomi quello di Aricò (#DiventeràBellissima), già candidato nel 2012, e Carolina Varchi (FdI).

Ti consigliamo come approfondimento – Elezioni Napoli: la vittoria di Manfredi

Comunali Palermo 2022: i volti del centrosinistra

comunali palermo 2022Se a destra la partita è aperta, a sinistra non è ancora iniziata. Non risulta ancora chiaro, infatti, quali saranno i confini delle coalizioni. Il sindaco Orlando ha infatti invitato a realizzare un progetto ampio ma non indirizzato al potenziale “campo largo” di cui tanto si parla.

Tra i 5 stelle corre la voce su Giampiero Trizzino, portavoce del MoVimento all’ARS (Assemblea regionale siciliana). Nel PD si continuano ad aggiungere nomi: da Fabio Giambrone, delfino di Orlando, a Carmelo Miceli, deputato alla Camera.

Ancora, si aggiungono nomi di esponenti della lista “Sinistra Civica Ecologista”. Due nomi che corrono sono quelli dell’avvocato Ninni Terminelli, promosso dall’associazione “Sinistra delle idee”, e quella dell’assessore comunale Giusto Catania, che parrebbe essere promosso da componenti di Sinistra Comune. Tra i tanti nomi, si rincorrono anche quelli delle civiche Mariangela Di Gangi, Rita Barbera e la professoressa Antonella Di Bartolo.

Ti consigliamo come approfondimento – Come votare nel modo giusto?

Comunali Palermo 2022: altri candidati e l’ipotesi campo largo

comunali palermo 2022
Comunali Palermo 2022: Leoluca Orlando. Foto presa dalla pagina ufficiale Facebook “Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo”

Tra i vari possibili candidati sembrano ancora forti quelli di Ferrandelli e Faraone. Il nome del renziano, in particolare, sembra piacere a pezzi di centrodestra, con anche il gradimento di alcuni partiti centristi.

A sinistra quanto a destra, però, rimane una parola d’ordine: stallo. Parti del PD fanno l’occhiolino a IItalia Viva e Forza Italia tanto per le regionali quanto per le comunali, con il segretario del PD Barbagallo e il segretario provinciale dei GD Germanà che hanno aperto candidamente al “campo largo”. In tal senso si colloca l’operazione “esplorativa”, ormai tramontata, di Letta e Conte con l’assessore Lagalla. Panico tra le componenti del tavolo di centrosinistra, con Sinistra Civica Ecologista e M5S che hanno chiesto chiarimenti.

Ci hanno pensato altre componenti giovanili (Reds, FGS, Giovani Insieme Adesso, 6000 sardine Palermo) e Leoluca Orlando a spegnere i bollenti spiriti. Pare infatti che sia i giovani che lo storico sindaco di Palermo spingano in un’altra direzione. Contenuti chiari che segnino un chiaro perimetro e primarie in un secondo momento sembrano essere la via maestra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 + quindici =