Concorrente rimasto tetraplegico a “Ciao Darwin”. Quattro dirigenti indagati

0
155
Concorrente rimasto tetraplegico
Dalla pagina Facebook ufficiale del programma Tv "Ciao Darwin"

Concorrente rimasto tetraplegico a causa di un incidente durante la trasmissione “Ciao Darwin”. L’episodio è accaduto il 17 aprile 2019. Sono indagati quattro persone, che rischiano di essere processati per l’accaduto.

Ti consigliamo come approfondimento-Aurora Leone accusata su IG da Nazionale Cantanti: il contenuto della story eliminata

Concorrente rimasto tetraplegico: incidente in tv

Bonus disabiliDurante la trasmissione “Ciao Darwin” del 17 aprile 2019 un concorrente, Gabriele Marchetti, fu vittima di un incidente. L’incidente in questione lo ha reso tetraplegico, a causa della perdita di equilibrio durante il gioco chiamato “Genodrome”. Sono arrivate, in questi giorni la procura ha chiuso le indagini in cui erano coinvolti due dirigenti di “Rti”,una società del gruppo Mediaset. I due dirigenti sono accusati di lesioni gravissime e violazione delle leggi sulla sicurezza sul lavoro. A loro si aggiungono anche altri due dirigenti di “Maxima” e “Sdl 2005”, società partecipanti alla produzione. Gli indagati dalla Procura sono, pertanto, quattro che nei prossimi giorni dovranno presentare istanze di difesa.

Ti consigliamo come approfondimento-Funivia Mottarone, i medici: “Il piccolo Eitan salvo per l’abbraccio del papà”

Concorrente rimasto tetraplegico: quattro indagati

consiglio di statoL’incidente è avvenuto durante la prova fisica del gioco “Genodrome”, nel quale spesso i concorrenti riportano ferite ma non gravi come queste. Le indagini sono iniziate nel 2019 e si sono concluse qualche giorno fa. La procura, dunque, ha messo sotto inchiesta i dirigenti di “Rti” Sandro Costa e Massimo Porta. Il primo viene accusato di non aver fornito le necessarie misure di protezione e la completa valutazione dei rischi. Il secondo viene accusato di non aver fornito al concorrente uno specifico addestramento e le informazioni tali da valutare rischi e possibili danni. A loro, come scritto, si aggiungono la dirigente di “Sdl2005” Giuliana Giovanotti e il dirigente di “Maxima” Massimiliano Martinelli. La prima viene accusata di non aver accertato l’idoneità del concorrente per la prova. Il secondo, invece, è accusato di una progettazione della struttura ritenuta non idonea. Le indagini sono concluse ma adesso si apre la fase processuale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

18 − 8 =