Concorso ATA 2021: in arrivo il nuovo bando. Ecco come partecipare

0
462
Concorso Pubblica Amministrazione

Concorso ATA 2021: grande attesa per il nuovo bando che consentirà l’accesso in terza fascia alle graduatorie per il personale scolastico per il triennio 2021/2023. Ad oggi, è ancora incerta la data di riapertura delle graduatorie. Intanto, è bene tenersi informati sui requisiti relativi ai vari profili e sul calcolo del punteggio dei titoli. Di seguito, inoltre, maggiori informazioni anche sulle modalità di presentazione delle domande.

Ti consigliamo questo approfondimento – Concorso Banca Italia 2021, 105 posti a tempo indeterminato: i requisiti

Concorso ATA 2021: profili e requisiti

Concorso Ata 2021È possibile partecipare al concorso sia per iscriversi in graduatoria per la prima volta sia per aggiornare il proprio punteggio. Secondo quanto si può leggere dalla bozza del bando pubblicata all’inizio di febbraio 2021, i profili possibili e i relativi requisiti sono:

  • Assistente Amministrativo: diploma di maturità;
  • Assistente Tecnico: diploma di maturità corrispondente alla specifica area professionale;
  • Cuoco: diploma di qualifica professionale di operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina;
  • Infermiere: laurea in scienze infermieristiche (o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione di infermiere);
  • Guardarobiere: diploma di qualifica professionale di operatore della moda;
  • Addetto alle aziende agrarie: Diploma di qualifica professionale di operatore agrituristico/operatore agro industriale/operatore agro ambientale;
  • Collaboratore Scolastico: diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale; diploma di maestro d’arte; diploma di scuola magistrale per l’infanzia; qualsiasi diploma di maturità; attestati e/o diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.

Si può fare domanda per tutti i profili per i quali si possiede il titolo di accesso valido.

Ti consigliamo come approfondimento – Bonus università 2021, 2000 euro per gli studenti: ecco come ottenerli

Concorso ATA 2021: calcolo del punteggio per i titoli di cultura

ferie ministero decreto rilancioConcorso ATA 2021 – Ecco il punteggio corrispondente ai titoli di cultura, sempre secondo quanto diffuso dalla bozza del bando. È necessario ricordare che non tutti i titoli sono spendibili per ogni profilo. E inoltre sarà considerato solo un attestato per ogni tipologia di titolo qui sotto elencata. Ecco dunque i titoli con le relative modalità di calcolo del punteggio:

  • Titolo di studio richiesto per l’accesso al profilo professionale:
  1. Media dei voti riportati (ivi compresi i centesimi, escluso il voto di religione, educazione fisica e condotta) espressi in decimi;
  2. Ove nel titolo di studio la valutazione sia espressa con una qualifica complessiva si attribuiscono i seguenti valori: sufficiente: 6; buono: 7; distinto: 8; ottimo: 9;
  3. Per i titoli di studio che riportano un punteggio unico per tutte le materie, tale punteggio deve essere rapportato a 10; d) qualsiasi altra tipologia di valutazione deve essere rapportata a 10.
  • Diploma di laurea: punti 2
  • Attestato di qualifica professionale rilasciato ai sensi dell’articolo 14 della legge 845 del 1978, ovvero ai sensi del Decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 13, relativo alla trattazione di testi e/o alla gestione dell’amministrazione mediante strumenti di videoscrittura o informatici: punti 1,50
  • Attestato di addestramento professionale per la dattilografia o attestato di addestramento professionale per i servizi meccanografici rilasciati al termine di corsi professionali istituiti dallo Stato, dalle Regioni o da altri enti pubblici: punti 1
  • Idoneità in concorso pubblico per esami o prova pratica per posti di ruolo nelle carriere di concetto ed esecutive, o corrispondenti, bandito dallo Stato o da enti pubblici territoriali: punti 1
  • Certificazioni informatiche e digitali: ECDL, Microsoft, EUCIP, IC3, MOUS, CISCO, PEKIT, EIPASS, EIRSAF, Mediaform E.Q.I.A., IDCERT: punteggio in base al livello della certificazione.
Ti consigliamo come approfondimento – Bonus da 40 euro per i vaccinatori: accettati anche i pensionati

Concorso ATA 2021: calcolo del punteggio per i titoli di servizio

Concorso Ata 2021
Concorso Ata 2021

Ecco, invece, come viene calcolato il punteggio sulla base del servizio prestato:

  • Servizio prestato per lo stesso profilo per cui ci si candida presso scuole statali: punti 0,50 per ogni mese o frazione superiore a 15 giorni (fino a un massimo di punti 6 per ciascun anno scolastico). Per il medesimo servizio prestato in: scuole dell’infanzia non statali autorizzate; scuole primarie non statali parificate, sussidiate o sussidiarie; scuole di istruzione secondaria o artistica non statali pareggiate, legalmente riconosciute e convenzionate; scuole non statali paritarie: il punteggio è ridotto alla metà;
  • Altro servizio prestato in una qualsiasi scuola ivi compreso il servizio di insegnamento: 0,10 punti per ogni mese di servizio o frazione superiore a 15 giorni (fino a un massimo di punti 1,20 per ciascun anno scolastico). Nel caso che il medesimo servizio sia stato prestato nelle scuole elencate al punto precedente, il punteggio è ridotto alla metà;
  • Servizio prestato alle dirette dipendenze di amministrazioni statali, negli Enti locali e nei patronati scolastici: 0,05 punti per ogni mese o frazione superiore a 15 giorni (fino a un massimo di punti 0,60 per ciascun anno scolastico).
Ti consigliamo questo approfondimento – Pensione invalidità 2021, a chi spetta? Ecco tutti i requisiti per ottenerla

Concorso ATA 2021: presentazione delle domande

Concorso ATA 2021Concorso ATA 2021 – Le domande di inserimento e aggiornamento nelle graduatorie ATA in terza fascia potranno essere presentate non appena si apriranno i termini per l’invio delle stesse. Esse dovranno essere presentate esclusivamente online, attraverso la piattaforma web MIUR POLIS – Presentazione On Line delle Istanze. Per presentare domanda è indispensabile essere registrati al sito Istanze Online del MIUR o possedere una identità SPID.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × 1 =