Concorso operatori giudiziari: al via il bando per 616 assunzioni

0
146
concorso operatori giudiziari

Al via il concorso operatori giudiziari annunciato sulla Gazzetta Ufficiale dell’8 ottobre 2019. Il Ministero della Giustizia indice una selezione finalizzata all’assunzione di 616 operatori giudiziari. I candidati che supereranno le selezioni saranno inquadrati a tempo pieno e indeterminato nella posizione retributiva non dirigenziale F1.

Ti consigliamo questo approfondimento – Boviar lancia il concorso per le scuole. Oltre 10.000 euro in palio

Concorso operatori giudiziari: i destinatari

concorso operatori giudiziariI destinatari del concorso dovranno essere iscritti ai centri per l’impiego e andranno a ricoprire i posti vacanti in uffici giudiziari in alcune delle Regioni italiane. I posti saranno ripartiti in questo modo:

  • Calabria (52 unità);
  • Campania (110 unità);
  • Emilia-Romagna (35 unità);
  • Lazio e amministrazione centrale di Roma (127 unità);
  • Liguria (16 unità);
  • Lombardia (162 unità);
  • Marche (24 unità);
  • Piemonte (26 unità);
  • Puglia (26 unità);
  • Toscana (11 unità);
  • Veneto (27 unità).
Ti consigliamo questo approfondimento – Cassazione: parcheggiare nel posto riservato ai disabili è reato penale

Concorso operatori giudiziari: i requisiti

concorso operatori giudiziariPer partecipare alla procedura i candidati – oltre a essere iscritti ai centri per l’impiego – devono possedere i seguenti requisiti:

  • Cittadinanza italiana o di un altro stato membro dell’UE. Sono ammessi alla selezione inoltre i familiari di questi ultimi che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
  • Età non inferiore ai 18 anni;
  • Essere in possesso del diploma di istruzione secondario di primo grado (licenza media);
  • Idoneità fisica;
  • Qualità morali e di condotta;
  • Godere dei diritti civili e politici;
  • Non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • Non essere stato rimosso presso una pubblica amministrazione per scarso rendimento;
  • Non aver riportato condanne penali;
  • Avere una posizione regolare nei riguardi dell’obbligo di leva per i maschi nati entro il 31 dicembre 1985;
  • Per gli iscritti che non siano cittadini italiani è richiesta una adeguata conoscenza della lingua italiana da accertarsi in sede di prova di idoneità.

La selezione dei candidati avverrà presso le Corti di appello del distretto appartenente. Le prove consisteranno in un colloquio e in una prova pratica di idoneità. Quest’ultima sarà mirata a verificare le capacità dei candidati di riordinare fascicoli cartacei, e il possesso delle nozioni basiche dell’uso dei computer e sistemi informatici.

Ti consigliamo questo approfondimento – Voto ai sedicenni, Di Maio: “Presto la proposta di legge”

Ma come si presenta la domanda?

concorso operatori giudiziariIl concorso presenta un iter specifico. Per avviare la procedura di selezione, infatti, la Direzione generale del personale e della formazione del Ministero della Giustizia, dovrà inoltrare alle amministrazioni regionali, entro 30 giorni dalla data di pubblicazione della selezione, la richiesta di avviamento a selezione di un numero di lavoratori doppio dei posti da ricoprire. In seguito, dopo 45 giorni dal ricevimento della richiesta, le competenti amministrazioni regionali possono procedere ad avviare la selezione del numero richiesto di lavoratori. Una volta che verrà dato l’avvio alle selezioni – comunicate sul sito delle Regioni e affisse nei centri per l’impiego – il candidato dovrà presentare la propria candidatura presso il centro per l’impiego, tramite un apposito modulo da compilare che servirà da autocertificazione dei requisiti posseduti.

Clicca QUI per leggere il bando completo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here