Stop coprifuoco: a giugno niente più limitazioni? Segretario Lega: “Va tolto”

0
284
coprifuoco tolto

Coprifuoco tolto a giugno? Per il momento è ancora un’ipotesi, ma in tanti desiderano che ciò diventi realtà. A rivelarlo è il sottosegretario della Difesa Mulè durante l’ultima puntata di ‘Agorà’, programma di Rai3. Tra le figure importanti a sorreggere questa causa c’è sicuramente Matteo Salvini. Il leader della Lega, infatti, in precedenza si è rifiutato di firmare il DPCM di Mario Draghi poiché contrario al coprifuoco.

Ti consigliamo come approfondimento – Lega rifiuta coprifuoco e non approva Dpcm. Draghi: “Precedente grave”

Coprifuoco tolto finalmente? Le parole di Giorgio Mulè

coprifuoco tolto
Giorgio Mulè, dal suo profilo Facebook ufficiale

“Se si decide di accogliere i turisti, vuol dire che si è in sicurezza. Credo che tra fine maggio e inizio giugno il coprifuoco andrà tolto. Per ora ci sarà un tagliando per vedere di farlo slittare di un’ora o anche di due, a mezzanotte, superando la sindrome di Cenerentola.” A pronunciare questo discorso è stato il sottosegretario della Difesa Giorgio Mulè, ospite presso la trasmissione Rai ‘Agorà’. E non solo in televisione – l’idea del gruppo leghista è quello di riaprire totalmente in Paese in vista dell’estate. Con l’arrivo della bella stagione si va verso la ripresa del turismo, un ampio settore penalizzato a causa della pandemia attualmente in corso. Ha detto a ‘Il Messaggero’: “Con tutte le precauzioni di buon senso e nelle zone col virus sotto controllo. […] Senza rinnegare più nulla delle nostre libertà fondamentali che sono, prima di tutto, la libertà di muoversi nella propria città senza dover guardare con preoccupazione allo scattare di un coprifuoco ormai ingiustificato.”

Ti consigliamo come approfondimento – Bonus fino a 100€ alla settimana per chi ha i figli in DaD: come richiederlo

Coprifuoco tolto per l’estate: le prime opposizioni

lega coprifuoco
Matteo Salvini, dal suo profilo Twitter

Non è la prima volta che si sente pronunciare un discorso simile. L’aveva già fatto il leader della Lega Salvini, quando era il momento di approvare il decreto legge del Premier Draghi. “Non potevamo votare un DPCM che continua a imporre limitazioni. I dati sono fortunatamente in netto miglioramento. Si deve tornare a vivere”, aveva detto, sconvolgendo l’intero Palazzo Chigi. Ma l’idea non è ben accolta da tutti. In proposito si è espresso Massimiliano Fedriga, Presidente della Conferenza delle Regioni. “Penso che dobbiamo guardare il settore delle riaperture ad ampio ventaglio. […] Se ci focalizzassimo solo sul coprifuoco, potremmo sbagliare obiettivo. […] Mi auguro che il coprifuoco possa avere una gradualità, per arrivare a toglierlo.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 + nove =