Coronavirus, non solo polmoni: ecco tutti gli organi più a rischio

0
296
coronavirus

Il Coronavirus Sars-CoV-2 determina un’infezione definita polmonite interstiziale. Essa causa una grave insufficienza respiratoria, spesso fatale. Tuttavia avanza l’ipotesi che l’infezione da Covid-19 potrebbe colpire altri organi. Particolarmente a rischio sono cuore, reni, cervello e fegato

Il virus responsabile della COVID-19 penetra nelle nostre cellule legandosi al recettore ACE2 (Enzima di Conversione dell’Angiotensina). Attraverso la proteina S (Spike), il patogeno scardina le difese della parete cellulare e si riversa al suo interno, dando vita al processo di replicazione. Secondo recenti ricerche, l’impatto multiorgano del Covid-19 potrebbe essere determinato proprio da questo recettore. Quest’ultimo è presente nel tratto respiratorio, nel tratto digerente, sulla superficie del cuore e in molti altri tessuti dell’organismo. 

Ti consigliamo questo approfondimento – Il Covid-19 ribalta la sanità: Nord bocciato e Sud promosso!

Coronavirus: possibili danni a cuore e reni

CoronavirusLe infezioni respiratorie aumentano il rischio di insorgenza di eventi cardio e cerebrovascolari. I cinesi per primi hanno osservato le complicanze cardiovascolari nei pazienti affetti da Covid-19 (confermate anche dai colleghi italiani e statunitensi sulla rivista Jama Cardiology). Sono state rilevate miocarditi, vasculiti, aritmie e insufficienza cardiaca, anche in cuori perfettamente sani prima del contagio.

Si è visto inoltre che l’infezione può incidere sulla coagulazione del sangue, determinando trombosi ed embolie polmonari. Inoltre, il professor Claudio Cricelli, presidente della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG), ha affermato che, secondo le autopsie effettuate, un terzo dei pazienti è deceduto a causa di un’insufficienza renale acuta. Quest’ultima potrebbe essere stata determinata proprio della coagulazione sanguigna, ma non si escludono altre cause.

Ti consigliamo questo approfondimento – Regione Campania, al via il bonus imprese: 2000 euro contro il Covid-19

Covid-19: cosa accade al cervello e al fegato?

CoronavirusPossibili sono anche le ripercussioni a livello cerebrale. Tra queste annoveriamo:

  • Stato confusionale, delirante o letargico;
  • Alterazione o perdita dell’olfatto (anosmia) e del gusto (disgeusia);
  • Sindrome di Guillain Barrè (paralisi progressiva degli arti);
  • Nevralgia del trigemino;
  • Encefalopatia emorragica necrotizzante.

Anche in questo caso, le ragioni possono essere molteplici. Il neurologo e neurofarmacologo Luca Steardo dell’Università Sapienza di Roma ha supposto che il Coronavirus possa essere in grado di invadere anche il Sistema Nervoso Centrale. Ciò si è verificato anche per i virus responsabili della SARS e della MERS (molto simili al nuovo patogeno dal punto di vista genetico).

Meno evidente è il rapporto tra Covid-19 e fegato. Da un’analisi pubblicata sul New England Journal of Medicine, è emerso che nei casi più gravi è stato spesso rilevato un aumento delle aminotransferasi e della bilirubina. Inoltre, danni a livello epatico sono già stati osservati in occasione dell’epidemie di SARS e MERS. Tuttavia essi potrebbero essere causati dalla carenza di ossigeno nel sangue, dalla risposta immunitaria o dalla tossicità dei farmaci.

Ti consigliamo come approfondimento – Covid-19, Londra elogia Napoli: il Cotugno è l’ospedale modello

Il virus potrebbe “rifugiarsi” nei testicoli

CoronavirusRecenti ricerche hanno ipotizzato che il virus possa “rifugiarsi” nei testicoli. Secondo uno studio pubblicato su Medrxiv, le ghiandole sessuali maschili costituirebbero un ​riparo per il virus dagli attacchi del sistema immunitario. Ciò non si verificherebbe nelle donne poiché le ovaie, a differenza dei testicoli, non presentano la proteina ACE2.

Ciò spiegherebbe perché il Coronavirus sembra essere più aggressivo sulla popolazione maschile rispetto a quella femminile. Nuovi studi, tuttavia, potrebbero smentire quanto appena riportato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here