Coronavirus, vacanze addio? Tutte le prospettive per l’estate

0
423
moda estate 2020

Il Coronavirus ha avuto inevitabili ripercussioni sulle nostre giornate invernali e primaverili, cambiandole drasticamente e minimizzando i rapporti sociali. Ma cos’è previsto per l’estate? Potremo andare in spiaggia e svolgere le tipiche attività sociali della bella stagione? Le risposte a queste domande sono piuttosto controverse: mentre il Governo dice “sì” alle spiagge, gli esperti presentano pareri discordanti. Una cosa è certa: l’estate arriverà ma non sarà la stessa di sempre. Tra mascherine in spiaggia, box di plexiglass, distanziamento sociale e altri provvedimenti, al mare si andrà – forse – con le dovute precauzioni.

Ti consigliamo come approfondimento – Mes o non Mes? Conte spiega il dilemma e chiude l’Italia fino a maggio

Coronavirus, che estate sarà? Le previsioni del Governo

costumi estate 2019 4 coronavirusAndremo al mare questa estate, stiamo lavorando perché possa essere così“, ha dichiarato Lorenza Bonaccorsi – sottosegretario del Ministero dei Beni e le Attività Culturali e per il Turismo – nei giorni scorsi. Verranno probabilmente prese delle misure per il distanziamento sociale in spiaggia e si propenderà a favore del “turismo di prossimità”, scegliendo mete più vicine alla propria residenza. Il Governo è piuttosto ottimista e – nonostante l’ancora attuale fase 1 di emergenza – punta su una rapida ripresa delle normali attività e, dunque, anche della possibilità di andare in vacanza.

Il parere – discordante – degli esperti

ventilatore polmonare coronavirusIn ogni caso, attualmente non c’è niente di sicuro. Alcuni esperti hanno ipotizzato scenari discordanti sulla possibile evoluzione del Coronavirus in estate. Di seguito, riportiamo alcuni dei più rilevanti:

  • Roberto Burioni (Professore Ordinario di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute del San Raffaele di Milano): “C’è una speranza che questo virus si trasmetta meno con climi più miti”;
  • Ilaria Capua (virologa ed ex politica italiana, oggi direttrice del One Health Center of Excellence dell’Università della Florida): “Ci sono zero possibilità che il Coronavirus possa scomparire con l’estate”;
  • Roberto Cauda (direttore del dipartimento di Scienze di Laboratorio e Infettivologiche del Policlinico Gemelli di Roma): “Il Coronavirus condivide l’80% del genoma con la Sars. Che, come altri coronavirus noti, per esempio il comune raffreddore, tende a scomparire d’estate”.

Insomma, tra speranze e “No” decisi, anche gli esperti non hanno le idee molto chiare sul futuro scenario estivo.

Ti consigliamo come approfondimento – Quarantena, parla lo psicologo: “Ripartire iniziando dai cambiamenti!”

Estate 2020: possibili scenari

Mascherine coronavirusDando per buona l’affermazione del Governo sulla possibilità di andare in spiaggia per l’estate 2020, la domanda sorge spontanea: come? Quali saranno i provvedimenti da attuare per bilanciare estate e salute?

Anche in questo caso, le previsioni sono varie e discordanti. Di seguito l’elenco delle “ipotesi” più plausibili di ciò che avverrà sulle nostre spiagge:

  • Distanziamento sociale;
  • Prenotazione obbligatoria per gli stabilimenti;
  • Posate monouso per le aree di ristorazione;
  • Ingresso scaglionato in base alle fasce d’età, in modo da tutelare quelle più a rischio;
  • Obbligo di mascherina appena ci si allontana dal proprio ombrellone;
  • Barriere in plexiglass con profili in alluminio per “sigillare” sdraio e ombrelloni;
  • Divieto di accesso per le aree giochi dei bambini per evitare gli assembramenti;
  • Servizio d’asporto per i bar;
  • Bagni a turno per evitare assembramenti sul bagnasciuga.

È chiaro che questi provvedimenti verranno rimodulati e inseriti in una normativa definitiva. Sorge però un dubbio: qualsiasi sia la linea da seguire, come verrà attuato il sistema dei controlli in spiaggia?

Attualmente, sembra che le domande sull’estate 2020 superino di gran lunga le risposte…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here