Covid-19: con la pandemia cala il desiderio sessuale

0
127
sesso pornhub amore coppia, come trascorrere san valentino 2021

Con il Covid-19 stanno cambiando drasticamente anche le nostre abitudini sessuali. Secondo alcuni studi sembrerebbe infatti che con la pandemia in molte persone si registri un calo del desiderio sessuale. Stare a casa, dunque, anche se in compagnia del proprio partner, non giova alla vita intima della coppia. 

Ti consigliamo come approfondimento – Coronavirus, boom d’iscrizioni sulle app di incontri: ecco come cambia l’amore

Covid-19: quanto è cambiato il sesso durante la pandemia

covid-19Nell’ultimo anno, tra regole e distanziamento sociale, il Covid-19 ha inciso significativamente sulla nostra vita, modificando le nostre abitudini quotidiane. Si tratta di cambiamento considerevole che riguarda ogni campo, da quello sociale a quello lavorativo, senza tralasciare la sfera  sessuale.

Durante il 2020 – così come in questi primi mesi del 2021 – il distanziamento sociale ha allontanato i corpi e gli affetti. Questo aspetto è stato oggetto di studio per numerosi esperti. Stando a uno studio condotto su 500 italiani dai 16 ai 55 anni, solo il 23% dei soggetti ha mantenuto un livello di attività sessuale simile al periodo pre-CovidA giocare un ruolo fondamentale è anche l’ansia.

Mentre i corpi sono fisicamente distanti, per colmare le distanze si ricorre spesso al  sexting. App di incontri e chat erotiche, infatti, sono in costante aumento.

Ti consigliamo come approfondimento – Porno ascoltato: guida completa alla nuova frontiera del sesso

Calo del desiderio tra i sintomi del Coronavirus?

covid-19I sintomi di ansia e panico dovuti all’attuale situazione emergenziale causata dal Coronavirus si sono presentati anche sotto le lenzuola. I single sembrerebbero i più colpiti da questi disagi, ma non sono da sottovalutare le conseguenze che il Covid ha avuto anche nella sfera intima di coppie stabili e/o conviventi. Sono molti coloro che hanno accusato stanchezza e ansia, riducendo i rapporti sessuali e limitando l’intimità.

Per i single si pone soprattutto il problema del lockdown e degli spostamenti molto limitati. Ciò comporta notevoli difficoltà a raggiungere amici o partner

Ti consigliamo come approfondimento – Pornhub accuse violenza: la piattaforma rischia la chiusura

Covid e calo del desiderio: gli studi in Italia

covid-19Pochi giorni fa, come riportato dall’agenzia Ansa, sono stati diffusi i primi risultati dello studio online condotto dalla Società Italiana di Andrologia (SIA). Secondo i dati raccolti sulla salute maschile in pandemia, si è evidenziato come quest’ultima abbia avuto un effetto inevitabile sull’attività sessuale.

Stando alla ricerca, circa il 59% degli uomini ha avuto disfunzioni sessuali. “Non abbiamo rilevato differenze in Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto, le Regioni con il più alto tasso di casi di Covid-19, né fra il personale sanitario. La funzione sessuale è migliorata quando le restrizioni sono state allentate. Nonostante ciò il 24% degli uomini ha confermato di avere ancora difficoltà”. Queste le parole di Alessandro Palmieri, presidente della SIA.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

9 − sei =