Covid-19, in Campania i medici già scelgono chi salvare e chi no

0
1492
covid

La situazione Covid-19 in Campania, nonostante ormai ci si avvicini quasi alla seconda settimana in zona rossa, non sembra migliorare. Ciò traspare anche dalle recenti dichiarazioni del vicesegretario Anaao (il sindacato delle professioni infermieristiche) della Campania Pierino Di Silverio. “Non ce la facciamo più, non è vero che abbiamo ancora posti letto disponibili.
Stiamo già iniziando a decidere chi salvare e chi no.
 

Ti suggeriamo come approfondimento – De Luca, ultimo show: “Dovete scusarvi con la Campania e tacere”

La verità sui numeri di posti letto disponibili in Campania 

Covid-19
Dal profilo Facebook di Pierino Di Silverio. Ph. Francesco Artistico

La situazione Covid-19 in Campania durante questa seconda ondata è sicuramente drammatica, ma anche altrettanto confusa. Le rassicurazioni del presidente De Luca sulla situazioni ospedali erano in contrasto con la realtà che invece descrivevano medici. Il numero di posti letto disponibili che appariva ogni giorno nel bollettino giornaliero sembrava infatti tranquillizzare. La realtà di quei numeri e stata però spiegata dal vicesegretario Di Silverio: “Il numero che la Regione Campania dà non è un numero reale. C’è una differenza tra posti letto disponibili e posti letto attivabili. Un posto letto è disponibile, ma non può essere attivabile in quanto manca il personale medico d’assistenza. Quindi nella realtà quel posto letto esiste solo sulla carta.” L’attivazione di questi letti è stata possibile solo grazie all’accordo con strutture private. Queste strutture però possono ospitare solo pazienti non gravi. 

Ti consigliamo come approfondimento – Campania, ospedali sotto stress: arriva la prima tensostruttura al Cardarelli

Covid-19: il collasso nelle terapie intensive 

 covid-19I posti per i pazienti realmente gravi non ci sono, perché la terapia intensiva è satura”. Di Silverio si fa portavoce di una classe sanitaria che si trova allo stremo.
“Ogni giorno ricevo messaggi dai miei colleghi che dicono tutti la stessa cosa: non ce la facciamo più. Ci troviamo nella posizione di dover scegliere chi salvare e chi no.

Ti consigliamo come approfondimento – La foto degli ospedali al collasso

Ai dati dei posti letto se ne aggiunge un altro altrettanto preoccupante: il numero degli operatori sanitari infettati. Secondo infatti il rappresentante del sindacato dei medici del Servizio Sanitario Nazionale, nell’ultimo mese e mezzo in Campania il 30% degli operatori ha contratto il Covid-19. Di Silverio loda questi eroi che nonostante tutte le difficoltà continuano a tener fede al loro giuramento e a salvare vite in silenzio. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here