Covid-19, nuova svolta del Governo: arrivano coprifuoco e didattica a distanza?

0
392
nuovo dpcm conte mes decreto stati generali, stato di emergenza, dpcm lockdown

Mentre la curva dei contagi sale, per contenere l’emergenza Covid-19 il Governo pensa a nuove disposizioni. Sui principali giornali trapelano diverse discussioni. Arriva l’ipotesi di un nuovo coprifuoco alle ore 22.00 e la didattica a distanza per le scuole superiori.

Ti consigliamo come approfondimento – Smart Working: Dpcm e Decreto Agosto, tutte le regole per il lavoro agile

Covid-19, nuove disposizioni per la seconda ondata?

Covid-19 dpcmMentre il nostro Paese è quasi nel pieno della seconda ondata dovuta dall’epidemia Covid-19, si inizia a parlare di nuove misure contenitive. La linea dei contagi continua la sua crescita esponenziale, in particolar modo nella Regione Campania e in Lombardia. De Luca ha disposto già le nuove misure restrittive, quasi anticipando le discussioni nazionali delle ultime ore. Stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, infatti, si parlerebbe di un probabile coprifuoco, da stabilire se alle ore 21.00 o 22.00, e della didattica a distanza per le scuole superiori. Misure che vogliono, ancora una volta, evitare un lockdown totale, scongiurato da Conte.

Ti consigliamo come approfondimento – Ordinanza De Luca: scuole chiuse fino al 30 ottobre, no a feste e cerimonie

Il Premier Conte sulla seconda ondata: l’invito alla responsabilità

Con un tweet sul suo profilo personale, il Premier Giuseppe Conte, ha incitato nuovamente gli italiani a rispettare le regole. Il Premier si rivolge alla responsabilità dei cittadini per evitare misure drastiche. Proprio lo stesso Presidente del Consiglio, infatti, è completamente contrario a un secondo lockdown nazionale, che porterebbe al collasso l’economia italiana e gli stessi cittadini. Per questo, Conte non ha esitato a mettere nelle mani degli italiani la sorte stessa della Nazione.

Ti consigliamo come approfondimento – Lockdown a Natale: Conte non esclude una nuova chiusura

Covid-19: è scontro sulla scuola

covid-19
Facebook di Lucia Azzolina

Nelle varie ipotesi poste dal Governo nazionale, si parla anche di didattica a distanza. Proprio sulla scuola, in queste ore, si sta dibattendo molto, soprattutto dopo la decisione del Presidente De Luca di chiudere gli istituti (eccetto le università, ma solo per chi frequenta il primo anno) fino al 30 ottobre. Immediata la presa di distanze del Ministro dell’istruzione Azzolina. Stando ai dati riportati dalla protezione civile, infatti, la scuola starebbe reggendo bene il nuovo inizio.

Ad aver preso le parti del Presidente della Campania, invece, sono stati gli esponenti del PD. In particolare il segretario del partito, Nicola Zingaretti, che esprime “vicinanza e solidarietà, per gli attacchi sopra le righe, al Presidente De Luca, che sta combattendo per difendere la sua comunità“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here