Covid-19 diventerà stagionale: lockdown a fasi alterne fino al 2022

0
785
regioni coronavirus, stato di emergenza

Il Covid-19 diventerà stagionale. A dirlo è uno studio della School of Public Health di Boston (Usa), pubblicato sulla rivista scientifica Science dal team di Stephen M. Kissler. Una prospettiva che suscita perplessità e preoccupazione. Difficile stabilire con sicurezza come sarà il futuro. Tuttavia, è bene ponderare tutte le ipotesi per non farsi trovare nuovamente impreparati.

Ti consigliamo come approfondimento – Movida e Coronavirus: in arrivo 60.000 assistenti civici per evitare assembramenti

Covid-19: non ce ne libereremo molto presto

test sierologici covid-19Cosa ci riserverà il prossimo futuro? Secondo il team di studiosi della Scuola di Salute Pubblica T. H. Chan di Harvard, il Covid-2019 potrebbe avere un andamento stagionale. Ciò significa che potrebbero esserci ritorni periodici del virus fino al 2025. Il distanziamento sociale potrebbe essere una misura necessaria ciclicamente, fino al 2022.

Questo scenario – non troppo allettante – è un’ipotesi piuttosto plausibile in mancanza di farmaci o vaccini in grado di sconfiggere il virus. Le simulazioni degli esperti – tramite un modello matematico – indicano che il contagio potrebbe facilmente riprendere una volta allentate le misure restrittive. Questo renderà necessario un altro periodo di quarantena in futuro. Potremmo, inoltre, aver bisogno di un distanziamento sociale “a singhiozzo”, ad intervalli, per prevenire i contagi.

Come si comporterà il virus?

mascherine fai da te covid-19Una delle domande più comuni durante l’emergenza Covid-19 è stata: è possibile debellare il virus e fare in modo che non si ripresenti? Gli studi sembrano convergere verso una risposta negativa. L’immunologo Stephen Kissler e la sua squadra hanno elaborato questo modello matematico per calcolare le dinamiche del contagio nei prossimi cinque anni.

Un’incognita particolarmente importante è la durata della protezione di cui un soggetto beneficia grazie agli anticorpi anti-Covid. I test sierologici sono decisivi per determinare la misura dello “scudo” e le possibili implicazioni future. Sembra infatti improbabile che il Covid-19 si comporti come il Sars-CoV-1, eradicato dopo una breve pandemia. La prospettiva più verosimile è quella di un ciclico ritorno del virus nel lasso di tempo preso in esame dagli scienziati.

Ti consigliamo come approfondimento – Coronavirus, rischio contagio post quarantena? Ecco come comportarsi

Scenari possibili

Mascherine violenza sulle donne coronavirus quarantena, mascherine fai da te covid-19

Tutte le simulazioni hanno un esito comune: il ritorno di misure restrittive a causa dell’aumento dei contagi. Se l’emergenza riprendesse in autunno, poi, quando la trasmissibilità del virus è maggiore, la situazione andrebbe a sovrapporsi all’influenza stagionale. Il rischio è quello di sovraccaricare il sistema sanitario e i suoi operatori, con epiloghi drammatici.

Secondi gli autori dell’indagine, misure restrittive e distanziamento sociale potrebbero essere necessari fino al 2022. Questo per dare tempo alle strutture ospedaliere di essere in grado di far fronte all’emergenza, con mezzi e uomini sufficienti. Inoltre, si pensa che entro quella data sarà possibile raggiungere un certo grado di immunità di popolazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × tre =