Covid in Campania, De Luca: “Evitiamo angoscia sui vaccini, sono sicuri!”

0
302
covid campania de luca

Covid Campania De Luca. Nel consueto appuntamento social del venerdì, il governatore fa il punto sulla campagna vaccinale e sul pericoloso crescere della curva dei contagi in regione. 

Ti consigliamo come approfondimento – Campania: sì ad AstraZeneca. La decisione finale dell’Unità di Crisi

Covid Campania De Luca: ecco i criteri vaccinali

covid campania de luca

Il numero dei positivi registrato ogni giorno ancora estremamente elevato in regione. Anche ieri sono stati circa 2700 positivi, di cui 500 sintomatici. La situazione seria per il governatore De Luca. È necessario bloccare la crescita del contagio per rischiare il collasso dei reparti ospedalieri. “I nostri comportamenti devono diventare come quelli del marzo dell’anno scorso. Si sta in casa sempre, a meno che non ci siano esigenze gravi” afferma De Luca. “Dobbiamo entrare in quest’ordine di idee. Siamo in guerra, ma non tutti vogliono capirlo.” Il governatore lamenta la totale indifferenza di fronte all’emergenza sanitaria in atto sia da parte di alcuni cittadini che di esponenti del mondo politico.

De Luca passa poi a spiegare il criterio di distribuzione dei vaccini in regione. La Campania ha definito alcune classi sociali come prioritarie: si tratta di sanitari, anziani ultraottantenni e fasce deboli (disabili, immunodepressi, malati oncologici o affetti da malattie rare). Le fasce deboli ammontano a 1 milione di cittadini, e per loro le vaccinazioni dovrebbero partire la prossima settimana. Per queste persone si stanno utilizzando i vaccini Pfizer e Moderna, indicati per persone affette da altre patologie. La seconda categoria da vaccinare è stata indicata dal governo centrale e comprende personale scolastico e forze dell’ordine. Per loro il vaccino utilizzato è Astrazeneca.

Proprio in merito ai dubbi sulla sicurezza di Astrazeneca, il governatore rassicura. “Su milioni di vaccinati con Astrazeneca, solo poche decine di persone hanno avuto conseguenze gravi. In molti casi si è trattato di soggetti che avevano già altre patologie, non direttamente legate al vaccino. È stata sospesa in Campania la somministrazione di una partita di vaccini (attendiamo le valutazioni degli esperti).” Il governatore invita a evitare un clima di angoscia e a mantenere la calma – i vaccini sono sicuri.

Ti consigliamo come approfondimento – De Magistris contro ordinanza De Luca: “Incomprensibile e sbagliata”

Per De Luca la campagna vaccinale va ripensata

covid campania de luca

Siamo in condizione di carenza vaccinale” denuncia De Luca. Per questo è sfumato il piano del governatore di rendere Napoli la prima grande città europea Covid-free entro l’estate. Tuttavia un traguardo importante è stato raggiunto: “Oggi abbiamo gli ospedali della regione Covid-free con tutto il personale medico-infermieristico vaccinato.” L’obiettivo ambizioso del governatore è porre fine al calvario per quest’anno, vaccinando tutta la popolazione. Ma la strada da percorrere è ancora lunga. Ad oggi, solo 173mila persone in regione hanno ricevuto due dosi di vaccino e sono quindi immunizzate. “Se andiamo con questi ritmi e queste forniture, in 10 mesi vaccineremo solo 700mila persone circa – non i 4 milioni che avevamo immaginato. Di questo passo, il calvario continuerà ancora per due anni.

Ora il governatore chiede che si proceda nella campagna vaccinale per fasce d’età, non più per categorie. Questo per evitare pasticci e proteste che si sono visti in queste settimane. Bisogna puntare a vaccinare quante più persone possibile, ovunque ci sia messo a disposizione personale medico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 + 2 =