Il Covid colpisce soprattutto le donne… ma non come pensi!

0
135
covid

L’emergenza Covid-19 sta mettendo a dura prova la nostra salute fisica e psicologica. Ansia e stress post-traumatico sono conseguenze dei continui lockdown e delle norme sempre più stringenti. Secondo alcuni studi, i soggetti più a rischio sono le donne, soprattutto quelle single.

Ti consigliamo come approfondimento – Aumento separazioni, è boom di divorzi: +60% nel 2020

Covid: il lockdown danneggia la psiche umana

covidAnsia, depressione, stress sono solo alcune delle conseguenze causate dalla pandemia. Con la seconda fase dell’emergenza questi sintomi sono ancora più acuti. A risentirne maggiormente:

  • I familiari di persone che hanno contratto il virus;
  • Donne;
  • Giovani;
  • Lavoratori in smartworking e quelli a basso reddito.

Una situazione critica, sottolineata da diverse ricerche scientifiche, tra cui uno studio pubblicato su Scientific Reports di Nature, attraverso un questionario posto a fine giugno 2020 per determinare le relazioni relative alla fine del primo lockdown. L’indagine, che porta le firme di Giorgia Zamariola e Marco Delmastro, è stata condotta su un campione di 6.700 persone in base agli esiti personali, sociali ed economici dell’epidemia sulla nostra popolazione. Un campione, in questo caso, rappresentativo per l’intera popolazione italiana.

Ti consigliamo come approfondimento – Bonus donne disoccupate 2021: ecco come funziona e a chi spetta

Gli esiti della ricerca

CovidI risultati della ricerca hanno visto conseguenze alquanto disastrose. L’isolamento, il distanziamento sociale hanno peggiorato le condizioni fisiche e psicologiche della popolazione. Gli autori del questionario hanno evidenziato che molti degli intervistati hanno presentato ripercussioni post lockdown, tra cui principalmente ansia e stati depressivi.

Non è solo questa ricerca, però, a presentare esiti del genere. Sono molte le indagini poste dagli studiosi a partire marzo 2020 riguardanti le conseguenze su corpo e mente durante e dopo la pandemia. In uno dei primi studi, pubblicato sul Canadian Journal of Psychiatry, gli italiani hanno presentato:

  • Sintomi di ansia nel 69% dei casi;
  • Sintomi di depressione nel 31% dei casi;
  • Sintomi da stress post-traumatico nel 20% dei casi.
Ti consigliamo come approfondimento – Papa Francesco apre alle donne sull’altare. Ma conferma no al sacerdozio femminile

Covid-19: i risvolti psicologici del lockdown

covidStando ad alcuni dati riportati dalla divisione italiana dell’University of Pittsburgh Medical Center (UPMC) il lockdown ha causato un incremento considerevole di disagio, sia materiale sia emotivo. Secondo il professor Bersani, a cui è stata posta un’intervista sul sito dell’UPMC, alla riduzione dei contatti personali e al sentimento di isolamento dovuti al Covid, corrisponde in molti casi l’attivazione di condotte compensatorie. Parliamo ad esempio di un ricorso maggiore a videochiamate, call etc. Un qualcosa, che può portare a una vera e propria dipendenza. Il professore, inoltre, si è esposto anche sulla riduzione dei contatti sociali. “La riduzione forzata dei contatti personali può tradursi in reattività di tipo depressivo, con tendenza anche verso condotte di ulteriore chiusura, sia verso l’esterno che verso le persone eventualmente conviventi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × 3 =