Covid-19, il vaccino ha causato infezioni cardiache? Gli esperti indagano

0
520

Covid miocardite pericardite: tra le diverse conseguenze dell’influenza da Covid e delle vaccinazioni ci sarebbero stati problemi cardiaci. Ma quali sono questi problemi e siamo sicuri sia dimostrata la relazione causa-effetto?

Ti consigliamo come approfondimento-Bonus part time 550 euro: vediamo chi può richiederlo e dove può fare domanda

Covid miocardite pericardite: infezioni causate dal vaccino?

Trump Biden positivo Covid, menichetti lockdown no vax,La Pandemia da Covid-19 ha determinato conseguenze davvero devastanti al pianeta. Gli studi ancora oggi si soffermano sulle conseguenze sulla salute di noi esseri umani. Tra le infezioni ci sarebbero la miocardite e pericardite causate, secondo studi non ancora confermati, dal vaccino.  La miocardite è l’infiammazione del muscolo cardiaco provocata quasi sempre da virus, non per semplice attacco diretto, ma per una complessa interazione tra virus-cuore-sistema immunitario che spiega come lo stesso virus sia innocuo in alcuni e letale in altri; basti dire che la miocardite fulminante colpisce di più giovani sani che anziani fragili. La miocardite può essere accompagnata da pericardite, la mio-pericardite.

La pericardite è l’infiammazione del pericardio, la lingerie del cuore formata da due strati sottili e trasparenti come pellicola per alimenti con all’interno un liquido sieroso, analogamente alle pleure dei polmoni. Il pericardio ha azione protettiva e lubrificante e il siero tra i due film è in quantità stabile grazie a un ricambio fisiologico, potendo aumentare patologicamente nel corso di infiammazione, la pericardite appunto.

Ti consigliamo come approfondimento-Papa Francesco licenzia vescovo americano: era contrario alle sue idee su aborto, gay e trans

Covid miocardite pericardite ma anche altre conseguenze

Covid quarta doseOltre a casi certi di miocardite e pericardite da Covid 19, si sono sospettati casi di coinvolgimento cardiaco dopo il vaccino anti-Covid. Tuttavia, nel diffuso panico vaccinale, ciò è bastato per creare una specie di pericarditefobia. Questa si paventava alla stregua dell’intubazione da Covid . Ora, è triste ammettere che i cardiologi non hanno arginato l’ondata di isteria collettiva. Di fronte a chi si presentava in Pronto Soccorso con dolore toracico dopo il vaccino. L’inevitabile ecocardiogramma riscontrava un minimo liquido pericardico senza segni di infiammazione o alterazioni Ecg. Di conseguenza negli ultimi tre anni sarebbero state confutate decine di diagnosi di pericarditi inesistenti ormai troppo tardi. Nessuno convincerà questi pazienti di non essere stati vittime del vaccino. Ecco perché abbiamo parlato di “finte pericarditi”.

Ti consigliamo come approfondimento-Palermo, 13enne si suicida: vittima di bullismo perché omosessuale? La Procura indaga

Covid miocardite pericardite: verificata la causa-effetto?

Nuova terapia contro Covid-19Bisogna, però, sottolineare che è quasi impossibile dimostrare una relazione causa- effetto tra il vaccino e gli eventi successivi. Esiste la co-incidenza, come spiega un esempio di statistica. Per esempio, in estate è normale che il consumo di gelati e le morti per annegamento aumentino senza nessuna relazione causa-effetto; i due picchi si sovrappongono lasciando intendere agli sprovveduti un legame tra i due fenomeni.
Pertanto è inevitabile che tra le centinaia di migliaia di vaccinati in un breve intervallo di tempo, nei giorni successivi qualcuno si ammali come si ammalerebbe anche senza una puntura nel deltoide. Infatti, non ci sono studi che abbiano dimostrato incontrovertibilmente una relazione causa-effetto tra vaccinazione Covid e infiammazioni cardiache. Quelli con una debole correlazione erano inficiati da vizi metodologici, i cosiddetti bias, gli stessi che indurrebbero a sospettare una prevalenza di pericarditi tra chi mangia la pizza “Bufala” rispetto a chi sceglie la pizza “Margherita”.