Covid, pranzo di Natale: 6 regole per festeggiare in sicurezza

0
644
Covid pranzo Natale decreto natale, come trascorrere san valentino 2021

Covid pranzo Natale: una combinazione davvero sui generis. Natale è ormai alle porte. Tuttavia, a una decina di giorni dalla festa più amata dell’anno, non si hanno ancora certezze su come trascorrerla. Tra la paura del contagio e il desiderio di ritrovarsi, nei limiti delle restrizioni governative, si comincia a pensare al pranzo di Natale. È meglio evitare ogni tipologia di riunione familiare o esiste un modo per viverlo in totale sicurezza? Di seguito, abbiamo raccolto una serie di consigli da parte degli esperti sui comportamenti più giusti da adottare per questo Natale ai tempi del Covid-19.

Ti consigliamo come approfondimento – De Luca e il Natale al Covid: “Un inizio di 2021 terribile” se non si chiude

Covid pranzo Natale: meglio evitare

Covid pranzo NataleUna delle prime raccomandazioni che vede uniti gli esperti del settore e non solo è sicuramente quella di evitare ogni tipologia di assembramento o riunione in famiglia. Questo perché, soprattutto tra familiari, si tende ad abbassare la guardia, esponendosi quindi a un maggiore rischio di contagio.

Tuttavia, se si desidera trascorrere il Natale in compagnia, si potrebbero evitare pranzi e cenoni e limitarsi a una semplice visita ai parenti, nel rispetto delle norme anti-Covid. Se, però, proprio non si vuole rinunciare al pranzo di Natale è necessario essere informati sulle giuste precauzioni da adottare.

Carlo Signorelli, professore di Igiene e salute pubblica all’Università San Raffaele di Milano, e Giovanni Di Perri, professore ordinario di Malattie infettive all’Università di Torino, hanno elargito interessanti consigli in merito, riportati rispettivamente su Repubblica e La Stampa.

Ti consigliamo come approfondimento – Lockdown Natale: l’Italia potrebbe diventare “zona rossa” durante le feste

Covid pranzo Natale: a tavola in sicurezza

PranzoAbbiamo riassunto i consigli degli esperti in sei regole da rispettare per trascorrere il pranzo di Natale con maggiore tranquillità:

  • Limitare l’evento a persone che già convivono o che si sono frequentate di recente, con un numero di posti a tavola più basso possibile ed escludendo i parenti over 65;
  • Far arieggiare le stanze in cui si svolge l’evento, cercando di tenere le finestre aperte senza creare correnti troppo fredde;
  • Sedersi a tavola a una distanza di 1,5 metri l’uno dall’altro (ricorrendo a tavolini aggiuntivi, pranzando sui divani o disponendosi a scacchiera); in alternativa, fare in modo che i commensali conviventi siano seduti vicini;
  • Non condividere posate, piatti, bicchieri e tovaglioli (evitare quindi pietanze a centro tavola, servendo separatamente ogni commensale);
  • Indossare la mascherina sempre, anche tra una portata e l’altra, togliendola solo per mangiare;
  • Scambiarsi auguri e regali senza baci né abbracci. È consigliabile avere sempre con sé gel disinfettante con cui igienizzare le mani prima e dopo lo scambio dei doni.
Ti consigliamo questo approfondimento – Diretta De Luca: “Quest’anno, Natale e Capodanno non esistono”

Ingredienti fondamentali: buonsenso e prudenza

Covid pranzo NataleI consigli degli esperti potrebbero spaventare un po’. In realtà, sono solo il tentativo di adattarsi a una realtà inevitabilmente cambiata e pericolosa. Sappiamo che questo Natale avrà un sapore diverso da tutti gli altri. Tuttavia, gli ingredienti fondamentali per la “ricetta” del Natale ideale ai tempi del Covid sono il buonsenso e la prudenza. Essere attenti e coscienziosi in questo periodo è importante per non vanificare i sacrifici fatti finora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × cinque =