Covid-19, terza ondata: cosa ci aspetta davvero? Parola agli esperti

0
1043
Covid

Mentre ancora si combatte la seconda ondata di Covid-19, giornali e trasmissioni televisive cominciano già a parlare della terza. Cosa ci aspetta davvero nei prossimi mesi? Prima dell’estate, la comunità scientifica aveva fatto delle previsioni molto discordanti in merito all’eventualità di una seconda ondata. Attualmente, pare che gli esperti siano più uniti. Per alcuni la terza ondata è già una certezza, per altri un’eventualità molto probabile.

Ti consigliamo come approfondimento – Cina accusa: “Il Coronavirus è partito in Italia!” Le prove in uno studio?

Covid-19: la certezza di Andrea Crisanti

CovidIl professor Andrea Crisanti è intervenuto nella trasmissione L’aria che tira condotta da Myrta Merlino su La7. Il medico ha definito l’attuale fase di emergenza nel nostro Paese come una “situazione grave stabile“. Ha spiegato, poi, che il calo dei positivi degli ultimi giorni è solo apparente, attribuibile al numero minore di tamponi effettuati nei giorni festivi. Ha aggiunto che la situazione dei contagi non è migliorata in assoluto. Essa è strettamente legata alle restrizioni messe in atto. In Lombardia, che è zona rossa, ci sono dei miglioramenti, mentre in Veneto, che è zona gialla, i casi sono in aumento.

Il professore ha ricordato che a breve l’Italia sarà il Paese con più morti per Covid-19 in Europa. Ha espresso la preoccupazione per i mesi a venire, invitando la popolazione a considerare il Natale come un’opportunità per diminuire i contagi, riducendo tutti gli spostamenti in occasione delle vacanze. Il medico, infine, ha concluso dicendo che “la terza ondata, in queste condizioni, è una certezza“.

Ti consigliamo questo approfondimento – Coronavirus: ecco alcune regole per utilizzare al meglio la mascherina

Ilaria Capua: “La terza ondata è naturale che ci sarà

CovidAnche la virologa Ilaria Capua, nella trasmissione “DiMartedì” condotta da Giovanni Floris, ha parlato della terza ondata del Covid-19. La professoressa ha affermato che “le pandemie sono fenomeni trasformazionali causate da un ingresso di uno sciame virale in una popolazione vergine. La popolazione si adatta come può per cercare di contrastare la corsa. Ma l’obiettivo del virus è quello di continuare a correre“.

La dottoressa ha sottolineato l’importanza di avere il vaccino il prima possibile. Ha elogiato il grande traguardo della scienza nell’averlo prodotto in tempi record. Tuttavia ha specificato che il vaccino non segnerà la fine della pandemia, ma sarà uno degli strumenti utilizzati per rallentarne la corsa. Ha quindi concluso: “la terza ondata? È naturale che ci sarà, ma la sua potenza potrà essere attutita da tutto ciò che avremo imparato“.

Ti consigliamo come approfondimento – Mascherine, alcune contengono biossido di titanio: tutti i dettagli del caso

Walter Ricciardi: “una serie di ondate

CovidNella trasmissione “Omnibus” su La7, alla giornalista che ha chiesto il suo parere in merito a una eventuale terza ondata, il dottor Walter Ricciardi ha risposto che innanzitutto bisogna concentrarsi a combattere la seconda, ancora pienamente in atto. Ha affermato che se si continuano a tenere comportamenti responsabili e si provvede a rafforzare il sistema sanitario, la terza ondata può essere evitata. Se, però, si adottano comportamenti sbagliati o si ritardano interventi e supporti necessari “avremo non solo la terza, ma una serie di ondate“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × 2 =