Speranza annuncia: “L’Ema dà l’ok per il vaccino AstraZeneca”

0
159
Covid Vaccino Astrazeneca, speranza sci decreto Pasqua, speranza vaccini estate
Dalla pagina Facebook del ministro Roberto Speranza

Covid Vaccino Astrazeneca. L’ok dell’Agenzia europea dei Medicinali (Ema) per il vaccino AstraZeneca era previsto nella giornata di oggi e così è stato. A dare l’annuncio dell’autorizzazione è stato il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla sua pagina Facebook. La notizia è da accogliere con entusiasmo in quanto si tratterebbe di un’arma in più nella campagna di vaccinazione.

Ti consigliamo come approfondimento – Dimissioni Conte, patto segreto Renzi-Zingaretti? Le ipotesi su Italia Viva

Covid Vaccino Astrazeneca, arriva l’ok da parte dell’Ema

Covid Vaccino Astrazeneca
Dalla pagina Facebook del ministro Roberto Speranza

L’Ema ha rilasciato la propria autorizzazione per l’utilizzo del vaccino anti-covid AstraZeneca. A dare questo importante annuncio è stato il Ministro della Salute, Roberto Speranza. E il Ministro ha deciso di farlo sulla sua pagina Facebook.

L’agenzia europea del farmaco”, scrive Speranza, “ha dato l’ok al vaccino AstraZeneca. È una notizia incoraggiante. La battaglia contro il virus è ancora complessa, ma avere a disposizione un altro vaccino efficace e sicuro ci da più forza nella campagna di vaccinazione”.

Ti consigliamo come approfondimento – Vaccino Moderna, arriva l’ok di EMA: presto sarà distribuito anche in Italia

Ritardi nelle forniture: la pressione dell’Ue

Covid Vaccino AstrazenecaSe l’ok ad AstraZeneca crea una speranza in più nella lotta al Coronavirus, la mancata risoluzione ai ritardi delle forniture annunciate dall’azienda crea preoccupazioni. L’Ue, già nei giorni scorsi, aveva deciso di mettere pressione alla casa farmaceutica. E lo ha fatto attivando un meccanismo di trasparenza nei suoi confronti.

Se vediamo che ci sono incongruenze, che le dosi di vaccino che dovrebbero restare in Ue vengono destinate all’export, ci sarà la possibilità di intervenire negando l’autorizzazione”, avevano spiegato fonti Ue.

Bruxells ha fatto partire poi delle ispezioni negli stabilimenti AstraZeneca in Belgio, nei quali l’azienda lamenta i presunti ritardi nella produzione. Tali controlli sono necessari per verificare che le affermazioni della società sono fondate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 3 =