Allarme grano, navi ferme nei porti. Produttori denunciano: “Pasta solo per un mese”!

0
420
Ucraina problemi grano

Ucraina problemi grano: dopo l’escalation della crisi in Ucraina e la conseguente invasione russa, si prevedono problemi circa l’approvvigionamento del grano e dei prodotti derivati. Anzi, se la situazione dovesse protrarsi o addirittura peggiorare con sanzioni alla Russia e lo stop all’export, le imprese del settore agroalimentare dovranno rifornirsi di grano su altri mercati. E questo porterebbe inevitabilmente a un aumento dei prezzi per i consumatori.

Ti consigliamo come approfondimento –  Ucraina, terapia intensiva per neonati in un rifugio antiaereo di un ospedale

Ucraina problemi grano: il commento dell’Ad del pastificio Divella

Ucraina problemi granoLa guerra in Ucraina e le sanzioni alla Russia, quindi, avranno delle ripercussioni anche sull’economia italiana. Ad essere colpito sarà anche il settore agroalimentare, in particolare sarà un problema l’approvvigionamento del grano. Vincenzo Divella, amministratore delegato del pastificio Divella, raggiunto dai microfoni di Adnkronos ha così commentato:

Oggi è stata bloccata una nostra nave che doveva andare a caricare grano russo proteico di alta qualità nel porto di Rostov (nel mar d’Azov). Questa mattina è stata bloccata la navigazione nel mar Nero e la nostra nave non può entrare. Per alcuni articoli, come grano tenero e duro, il nostro settore mugnaio e molitorio avrà dei problemi”.  

L’ad della Divella ha poi ricordato che l’Ucraina e la Russia sono sempre stati “il serbatoio di grano dell’Europa”. Pertanto, se questi mercati non possono più essere raggiunti “bisognerà andare in Canada, negli Stati Uniti o in Australia, molto più lontano. Avremo senz’altro dei problemi”.

Ti consigliamo come approfondimento –  Guerra Ucraina, missile russo colpisce nave giapponese diretta a Odessa

Divella: “Si tratta solo dell’inizio di forti aumenti”

insetti covid federmap spreco alimentare gustavolo crocchette pollo, Ucraina problemi granoUcraina problemi grano. Le conseguenze dell’invasione russa dell’Ucraina non riguarderanno solo le materie prime energetiche; quanto detto è dimostrato dalle borse di Parigi e Chicago, dove i prezzi del mercato sono aumentati rispettivamente di 40 e 50 punti.
Si tratta solo dell’inizio di forti aumenti del prezzo del grano” ha affermato Divella.

Molto dipenderà da quanto tempo durerà la crisi ucraina. Infatti, se la situazione e l’aumento delle materie prime alimentari dovessero durare a lungo, allora – inevitabilmente – a pagarne le conseguenze saranno i consumatori. Nel breve periodo, rivela Divella, i prezzi dovrebbero rimanere stabili. Questo “perché ogni mugnaio ha delle scorte di grano. Se vuole fare l’approfittatore, aumenta subito i prezzi, ma se la crisi passa e se il grano torna alla normalità, i rincari non ci dovrebbero essere”.

Ti consigliamo come approfondimento – Kiev, famiglie si salutano piangendo e carro armato russo travolge passanti

Il passaggio sul conflitto tra Ucraina e Russia

pasta al taurasi, Ucraina problemi granoIl conflitto tra Russia e Ucraina potrebbe comportare anche il rafforzamento del dollaro. Rafforzamento che potrebbe comportare ulteriori problemi nell’acquisto, in quanto si importerebbe il grano a un prezzo elevato. Insomma, si tratterebbe di un ulteriore danno all’economia italiana. 

L’amministratore delegato Vincenzo Divella, infine, nell’intervista a Adnkronos fa un passaggio anche sulla crisi ucraina. Nello specifico, l’imprenditore non entra nel merito del conflitto in Ucraina, ma sulle soluzioni, dice “anche l’Europa dovrebbe preoccuparsi, più degli Stati Uniti“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti − 17 =