Ponte Morandi, a tre anni dal crollo. Draghi: “Mai più tragedie del genere”

0
94
Crollo Ponte Morandi Draghi

Crollo Ponte Morandi Draghi torna sulla tragedia che il 14 agosto del 2018 colpì Genova. In quel tragico giorno morirono 43 persone e 619 furono gli sfollati. Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, a tre anni dalla tragedia ha voluto esprimere la vicinanza del Governo alle famiglie delle vittime e di tutti coloro che ancora soffrono per quell’evento.
Sono consapevole che qualsiasi messaggio non può riportare in vita i vostri cari né cancellare il vostro dolore e quello di tutta la città. Voglio però riaffermare l’impegno del Governo affinché degli eventi così tragici e dolorosi non si verifichino mai più”.

Ti consigliamo come approfondimento – Ponte Morandi, chiuse le indagini: 69 indagati. “Mai fatta manutenzione”

Crollo Ponte Morandi Draghi: “Mai più una tragedia come questa”

Crollo Ponte Morandi DraghiLe celebrazioni del terzo anniversario della tragedia hanno avuto inizio con la messa nella basilica della Certosa. Al momento della funzione erano presenti diversi esponenti del Governo: i ministri della Giustizia e delle Infrastrutture Marta Cartabia e Enrico Giovannini; il sindaco Marco Bucci, il presidente della Regione Giovanni Toti; oltre questi funzionari dello Stato c’erano, ovviamente, anche i familiari delle vittime e cittadini comuni. La tragedia del crollo del Ponte avvenne alle 11:36 di tre anni fa. È proprio in quell’ora che è stato osservato un minuto di silenzio; cittadini e sfollati in memoria delle vittime hanno lanciato nel torrente Polcevera 43 rose bianche. Il tutto era accompagnato dai rintocchi di una campana tibetana.

Sulla vicenda è tornato, come si diceva, anche il Presidente del Consiglio, Mario Draghi:
Voglio esprimere la più sentita vicinanza del Governo e mia ai familiari delle 43 vittime, a tutti i feriti, e a chi ancora oggi soffre le conseguenze di quel trauma. Non voglio entrare nel merito della vicenda giudiziaria, che farà il suo corso. Sono anche consapevole che qualsiasi messaggio non può riportare in vita i vostri cari né cancellare il vostro dolore e quello di tutta la città. Voglio però riaffermare l’impegno del Governo affinché non si verifichino mai più eventi così tragici e dolorosi. A Genova, lo Stato ha tradito la fiducia che i cittadini ripongono nei confronti delle istituzioni. Con il Ponte Morandi sono crollate le fondamenta del vivere civile, che è alla base della nostra comunità”.

Ti consigliamo come approfondimento – Ponte Morandi tra politica e legalità: la gestione sarà di Aspi?

Cartabia incontra i familiari delle vittime

ponte morandi, Crollo Ponte Morandi Draghi Crollo Ponte Morandi Draghi. La ministra Cartabia, al termine della funzione religiosa, ha incontrato i parenti delle vittime:
Ho voluto incontrare i familiari delle vittime anche perché volevo approfondire le ragioni delle loro preoccupazioni riguardo i tempi della giustizia. Ho spiegato loro le ragioni per cui non c’è da temere che processi come quello del Ponte Morandi e altri possano svanire. L’obiettivo della riforma è portare ad una giustizia in tempi brevi, non vanificare i processi“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × tre =