Scontro Usa-Cuba. Cubani protestano contro governo dopo più di 30 anni

0
258
Cubani protestano contro governo

Cubani protestano contro governo a causa dell’aumento dei prezzi, della crisi economica e della gestione della pandemia. Proteste contro il governo a Cuba non avvenivano dagli anni Novanta. I manifestanti sono stati migliaia e vi sono stati scontri con le Forze dell’Ordine. Tra i manifestanti alcuni feriti, un morto e una decina di arresti.

Ti consigliamo come approfondimento-Recovery Plan: l’Ecofin approva il Pnrr italiano. In arrivo 25 miliardi di euro!

Cubani protestano contro governo: un manifestante morto

Fonte Ansa

A Cuba dopo alcuni decenni scoppiano proteste contro il governo comunista. Infatti, a causa dell’aumento dei prezzi, della crisi economica e della gestione della pandemia migliaia di cubani sono scesi in piazza. Ci sono stati, pertanto, scontri tra i manifestanti e le Forze dell’Ordine. Ci sono stati una centinaia di arresti e alcuni manifestanti sono stati feriti con spray urticante. Tra i manifestanti c’è stato anche un morto di 36 anni colpito durante uno scontro nel quartiere più povero di Cuba, a sud della capitale L’Avana. La volontà di organizzare queste proteste contro il governo è partita con un tam tam sui social attraverso l’hashtag #SosCuba. Secondo i protestanti il governo non è stato in grado di gestire la crisi economica e finanziaria scaturita dalla pandemia. Basti pensare che negli ultimi due anni una delle fonti principali di reddito per Cuba, ossia il turismo è in netto calo.

Ti consigliamo come approfondimento-Violenza sulle donne, nasce la “Stanza tutta per sè” nel Napoletano

Cubani protestano contro governo. Scontro Usa e Cuba

Le autorità cubane incolpano i manifestanti di essere orchestrati e sostenuti dal governo degli Stati Uniti. Infatti, fonti vicino al regime comunista guidato da Miguel Diaz-Canel parlano di un complotto americano per sovvertire il potere nell’isola. Inoltre, il presidente ha anche sottolineato che la mancanza di cibo e i continui blackout sono causati dalle sanzioni imposte dagli Usa. Ovviamente la risposta da parte del governo americano non si è fatta attendere. Infatti, hanno risposto sia il Presidente Biden sia il segretario di Stato Blinken. Biden ha elogiato il coraggio del popolo cubano nel manifestare per i propri diritti. Blinken ha detto: “Penso che sarebbe un grave errore per Cuba interpretare ciò che accade come qualcosa causato dagli Stati Uniti”. Infine, l’Onu ha invitato al rispetto della libertà di espressione e di manifestare in modo pacifico.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sedici + quattro =