De Luca: “Covid-19 è indispensabile il lockdown”. Campania chiusa!

0
1293
de luca, proteste

CAMPANIA – De Luca nella diretta Facebook di qualche minuto fa ha annunciato la chiusura della Campania con un lockdown che potrebbe durare un mese intero. Si attende la nuova ordinanza a breve che sostituirà la n. 83 del 22/10/2020, non entrata ancora in vigore.

Ti consigliamo come approfondimento – Campania, con la nuova ordinanza al via coprifuoco e autocertificazione

De Luca, la sua dichiarazione in diretta Facebook

de luca
Dal profilo ufficiale Facebook di Vincenzo De Luca

Il presidente Vincenzo De Luca nella sua diretta Facebook comunica: “È necessario prendere fin da subito decisioni forti, definitive ed efficaci. L’ordinanza, che non è ancora entrata in vigore, è già superata. Proporrò al Governo un lockdown per l’Italia intera, ma sottolineo l’importanza di fare ciò che è più giusto oggi per la regione Campania. Inevitabile la chiusura della nostra regione, per 30 o 40 giorni e poi si deciderà se riaprire. Resteranno aperti: industrie alimentari, agroalimentari, fornitura edilizia e tutte le attività essenziali. Bloccheremo dunque anche la mobilità interregionale e intercomunale. Resta invariata invece la situazione scuola in Campania. Saranno i dirigenti scolastici a decidere se favorire la didattica a distanza oppure svolgere le lezioni in presenza“.

Ti consigliamo come approfondimento – Lockdown a Natale: Conte non esclude una nuova chiusura

Cosa accadrà alla Campania?

De Luca ha inoltre informa la popolazione sulla situazione attuale in Campania. I dati di oggi infatti evidenziano 2280 positivi su 15800 tamponi, facendo alzare così la percentuale dei contagi a 14,5%. Tuttavia il dato dei decessi è di 9 su ogni 100 abitanti. Insomma una situazione ancora sotto controllo rispetto alle altre regioni italiane. Con l’imminente chiusura totale si mira quindi a difendere questo importante dato, ma anche l’economia.
Sulle misure socio-economiche, De Luca ha dichiarato: “L’imminente chiusura colpirà inevitabilmente alcuni settori del tessuto economico. A tal proposito dichiaro la mia volontà di proporre al Governo in sede di Conferenza Stato-Regioni, una discussione sulle misure di sostegno proprio sulle categorie colpite. Tra queste:
Cassa integrazione immediata;
Blocco dei fitti in caso di chiusura;
• Riduzione del 50% dei fitti a fine epidemia;
Sospensione di contributi e iva e sospensione utenze.
Il tutto utilizzando i Fondi europei che vengono messi a disposizione”.

Restiamo in attesa della nuova ordinanza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here