De Luca denunciato per danno erariale: l’accusa della Corte dei Conti

0
663
De Luca danno erariale

De Luca danno erariale: il governatore della Campania ancora una volta sotto i riflettori. Stavolta deve difendersi dalle accuse di sperpero di denaro pubblico mossegli da Procura e Corte dei Conti. 

Ti consigliamo come approfondimento – De Luca e il Natale al Covid: “Un inizio di 2021 terribile” se non si chiude

De Luca danno erariale: il caso

de luca danno erariale

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca deve rispondere di danno erariale, per una cifra di circa 403 mila euro. Lo ha stabilito la Corte dei Conti della regione questa mattina. Le accuse fanno riferimento al 2015, e alla nomina in regione di quattro vigili urbani (suoi fedelissimi autisti) come dirigenti nella segreteria del presidente.

L’indagine ha avuto avvio da una fatalità per nulla connessa alle attività politiche del governatore. Nel 2017 infatti l’auto di De Luca, guidata da uno dei quattro vigili, investì una donna a Salerno. Questo episodio – senza gravi conseguenze per fortuna – attirò l’attenzione su chi era alla guida dell’auto di De Luca e fece scattare due indagini parallele: una della Procura e una della Corte dei Conti. Tuttavia, mentre l’inchiesta della Procura si avvia ad essere archiviata, gli accertamenti della Guardia di Finanza proseguono.

Ti consigliamo come approfondimento – Trappola Agenzia Entrate, arriva la stangata di Natale. Come difendersi?

De Luca danno erariale: sperpero di denaro pubblico

coronavirus covid-19 De Luca mascherine

Secondo indiscrezioni, pubblicate ieri dal quotidiano Repubblica, il 1 dicembre De Luca avrebbe riconfermato l’incarico di ben tre dei quattro vigili nella segreteria presidenziale. Una decisione verso cui molti hanno mostrato disappunto, soprattutto per lo spreco di denaro pubblico che ne deriva. Forse è per questo motivo che, a sorpresa e dopo soli nove giorni, i tre vigili sono stati sospesi dall’incarico “per un massimo di 30 giorni”.

Massima serenità rispetto alle valutazioni che farà la Corte dei Conti. Ogni provvedimento è stato vagliato dall’Ufficio di Gabinetto.” Con queste parole si esprime la dirigenza della regione in merito alle accuse della Corte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × uno =