De Luca vs Arcuri, lite online: “Invalideremo piano di distribuzione vaccini”

0
128
De Luca lite vaccini
Dai profili Facebook ufficiali

De luca lite vaccini – Durante il vertice online tra Governo e Regioni si è accesa una forte lite tra Vincenzo De Luca e Domenico Arcuri. Il presidente della Regione Campania ha sottolineato il fiasco del Governo in merito all’erogazione dei vaccini. “È tempo di smetterla con le manfrine, arriveremo a chiedere l’invalidazione del piano di distribuzione”.

Ti consigliamo come approfondimento – Campania, genitori contrari al ritorno della scuola in presenza: “Sì DAD”

De Luca lite vaccini: il flop della distribuzione vaccinale

De Luca lite vacciniDe Luca lite vaccini – il Ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, ha convocato nella giornata di ieri un vertice online. L’incontro tra il Governo e le Regioni è avvenuto per fare il punto sulla distribuzione vaccinale. Proprio durante la riunione in videoconferenza, si è accesa un’aspra lite tra il Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri e Vincenzo De Luca. Inizialmente, governatore si è soffermato sulla “sperequazione” delle dosi dei vaccini. In seguito, è stato inevitabile lo scontro acceso con Arcuri. “Abbiamo assistito al mercato nero dei vaccini”, ha tuonato il governatore della Campania. “È tempo di smetterla con le manfrine, arriveremo a chiedere l’invalidazione del piano di distribuzione”, ha continuato.

Intanto, sul piano europeo, Giuseppe Conte è pronto a muoversi legalmente. Lo scopo è contrastare i cambiamenti delle case farmaceutiche sulla distribuzione delle dosi di vaccino.

Ti consigliamo come approfondimento – Campania resta in zona gialla: calano i contagi ma aumentano i focolai

De Luca lite vaccini: Conte verso azioni legali contro Pfizer e AstraZeneca

De Luca lite vaccini
Dalla pagina Facebook del premier Giuseppe Conte

De Luca lite vaccini – è di ieri la dichiarazione di Giuseppe Conte sulle azioni legali contro Pfizer e AstraZeneca. Il Presidente del Consiglio ha rilasciato sul suo profilo Facebook una comunicazione riguardante il cambiamento forzato della distribuzione dei vaccini. “Le ultime notizie che ci arrivano dalle aziende produttrici dei vaccini anti-Covid sono preoccupanti”: comincia così il post del premier. Continua affermando che “Pfizer-BioNTech ha comunicato un rallentamento della distribuzione ai Paesi europei”. La preoccupazione riguarda soprattutto le regioni italiane, che “sono costrette a rallentare le nuove somministrazioni per assicurare il richiamo alle persone già vaccinate”. Tuttavia, i timori più grandi sono quelli legati alla distribuzione del vaccino AstraZeneca. “Se fosse confermata la riduzione del 60% delle dosi che verranno distribuite nel primo trimestre significherebbe che in Italia verrebbero consegnate 3,4 milioni di dosi anziché 8 milioni”.

Il messaggio si chiude con un ricorso ad azioni legali nei confronti delle case farmaceutiche. “Ricorreremo a tutti gli strumenti e a tutte le iniziative legali, come già stiamo facendo con Pfizer-BioNTech, per rivendicare il rispetto degli impegni contrattuali e per proteggere in ogni forma la nostra comunità nazionale“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 + 7 =