Scuola De Luca bocciato da Tar, lezioni in presenza anche per le medie

0
258
De Luca Scuola Tar

De Luca Scuola Tar in difesa degli studenti e delle famiglie. Lunedì, 18 gennaio, Pillole di Ottimismo ha radunato genitori, psicologi e pediatri in una petizione diretta al Presidente Mattarella. Non solo, chiesto un ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale; il quale boccia le istanze del governatore campano. Si apre uno spiraglio per gli studenti delle classi medie. Potrebbero tornare in classe dal 25 gennaio.

Ti consigliamo come approfondimento – Campania scuole infanzia aperte, in classe quarte e quinte elementari

De Luca Scuola Tar boccia le ordinanze del governatore

De Luca Scuola tarNei giorni scorsi, abbiamo assistito al cambiamento di rotta per la scuola dell’infanzia. Le prime classi elementari sono già tornate fra i banchi. Dal 25 gennaio, stando alle dichiarazioni dell’assessore Lucia Fortini, sarebbero dovute tornare in classe le quarte e le quinte. Tuttavia, il Tar cambia ancora le regole, anticipando il rientro: “Il Tar della Campania si è pronunciato sull’ordinanza relativa all’attività scolastica nella nostra regione, stabilendo l’adeguamento alle disposizioni nazionali per quanto riguarda la scuola Primaria. Si ricorda che la Regione aveva già consentito l’attività didattica in presenza fino alla terza classe elementare, cui si aggiungono ora anche la quarta e la quinta, a partire da domani, 21 gennaio 2021“. Così si legge in una nota pubblicata dall’Unità di Crisi.

Più complessa la questione delle scuole medie. Nella nota leggiamo: “Rimangono in vigore le disposizioni regionali relative alla scuola secondaria di primo grado, le cui attività in presenza restano pertanto sospese fino al 23 gennaio. Per la Secondaria di II grado si deciderà, come previsto nell’ordinanza regionale, dopo il 23 gennaio alla luce delle verifiche dell’Unità di Crisi. A breve sarà emanata un’ordinanza che riassumerà l’insieme delle decisioni relative all’attività scolastica, coerenti con quanto stabilito. Sarà consentito ai sindaci e alle autorità sanitarie locali di assumere decisioni connesse ai contesti locali.”

Ti consigliamo come approfondimento – Dante, l’Inferno della Divina Commedia diventa un gioco da tavolo

De Luca Scuola Tar: una petizione per tutelare gli studenti

De Luca Scuola CampaniaFacciamo il punto della situazione per fugare ogni dubbio. Partendo la principio. Il gruppo Pillole di Ottimismo, che riunisce genitori, psicologi, pediatri e altri professionisti, ha presentato una petizione al presidente Mattarella; poi un’istanza cautelare al Tar. Il motivo è molto semplice. Si è chiesto di valutare l’apertura delle scuole, in particolare elementari e medie. Il risultato è stata la bocciatura delle ordinanze del governatore De Luca. Il decreto è firmato dalla presidente Maria Abbruzzese.

La Campania vince con il Tar, come vinse la Lombardia. Le classi elementari torneranno in classe dal 21. Per le classi medie la Regione non potrà promulgare nuove ordinanze di sospensione oltre il 24 gennaio. Le medie potranno tornare in classe dal 25 gennaio, salvo diverse opinioni di Sindaci e Dirigenti scolastici. I dati mostrano che le scuole primarie e secondarie di I grado non influiscono sui trasporti. La scuola campana è chiusa da marzo, salvo riapertura di 10 giorni tra settembre e ottobre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 + due =