De Luca, ultimo show: “Dovete scusarvi con la Campania e tacere”

0
1243
de luca

CAMPANIA – Il presidente della Regione Vincenzo De Luca, nella sua diretta Facebook di oggi pomeriggio, ha chiesto – ad alcuni esponenti del Governo – di scusarsi con la Campania. Ha anche anticipato che con molta probabilità la data della riapertura delle scuole verrà rinviata.

Ti consigliamo questo approfondimento – Regione Campania e screening scuola: tutti i dettagli e ulteriori chiarimenti

De Luca ne ha per tutti 

de luca, protesteL’intervento del presidente della Regione Campania De Luca è iniziato con una lunga serie di considerazioni personali d’attacco sul dibattito politico relativo alla Campania.

Il primo a ricevere un fendente è stato proprio il sindaco di Napoli de Magistris, contro cui si è scagliato con le seguenti parole: “Qui in Campania non c’è nessuno che stia litigando, la Regione è tutta concentrata sul lavoro e c’è solo uno a Napoli, un imbecille, che litiga da solo o che cerca di fare sciacallaggio o aggressione per nascondere la sua nullità amministrativa“.

Ha subito continuato con Conte e Speranza, ai quali ha rivolto un pensiero duro: “Bisogna fare tutti gli sforzi possibili fra i territori e il Governo nazionale. Però, anche qui, bisogna parlare chiaro e dirsi la verità.[…] Serve buona educazione e correttezza reciproca e mi riferisco al Governo e alcuni ministri. […] A Spadafora che si è permesso di fare affermazioni scorrette sulla Campania, un piccolo atto di sciacallaggio. Per cui ho chiesto a Conte di intervenire sui suoi ministri.[…] Vedrò, interverrò e non è successo assolutamente niente.”

Nel dibattito lancia la “sfida televisiva” 

Si è infine scagliato in modo deciso e senza mezzi termini contro Bonafede e Di Maio: “Abbiamo ascoltato altre affermazioni, assolutamente idiote da un altro sedicente ministro, tale Bonafede (conosciuto nell’ambiente come ministro”Bonanotte”). Poi è intervenuto niente di meno che un nostro illustre concittadino, tale Di Maio, che ha detto tante di quelle bestialità con una posizione di assoluto sciacallaggio nei confronti della Regione. […] Io rinnovo la mia sfida a un dibattito pubblico in diretta televisiva a tutti quelli che vogliono parlare della sanità campania. Sperando che i miei interlocutori non facciano i conigli continuando a scappare.

Ha concluso le sue considerazioni dicendo: Questi signori devono semplicemente scusarsi con la Campania e tacere!

Ti consigliamo questo approfondimento – Azzolina: “Voglio riaprire le scuole a gennaio. I ragazzi non devono pagare”

La questione della sanità e le novità sulla riapertura delle scuole

asili nido dpcm, de luca
Dal profilo ufficiale Facebook di Vincenzo De Luca

Per quanto riguarda invece la situazione sanitaria attuale in Campania, De Luca ha ribadito i successi raggiunti della Regione, a partire dall’uscita dal commissariamento in un solo anno e mezzo e l’approvazione del piano ospedaliero. Secondo il presidente la Campania ha affrontato egregiamente la prima ondata dell’epidemia e lo continua a fare oggi nonostante il numero dei sanitari impiegati in Campania sia inferiore a quello delle altre Regioni.

Ti consigliamo questo approfondimento –  Coronavirus: ecco alcune regole per utilizzare al meglio la mascherina

A oggi la Campania risulta essere la Regione più tutelata d’Italia per quanto riguarda i decessi, anche se il presidente l’ha definita “zona rosèe” anzichè rossa. Le terapie intensive attualmente sono occupate al 29% rispetto al 30% della media nazionale. Per quanto riguarda i ricoveri ordinari invece la percentuale è del 48%.

Sulla riapertura delle scuole il presidente Vincenzo De Luca ha affermato “Non voglio anticiparvi nulla, ma è probabile che non si riapra quando abbiamo previsto di riaprire.” Ha continuato dicendo: “Non apriremo nulla se non abbiamo condizioni di assoluta tranquillità!” La riapertura delle scuole sarà quindi subordinata alla prossima attività di screening e di accertamento epidemiologico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here