Trasporti in Campania, arriva la rivoluzione: De Luca pensa a un’azienda unica

0
153
Nuovi
foto prese da la Repubblica NAPOLI.it

Una possibile rivoluzione per i trasporti in Campania. L’annuncio del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, apre a una società unica. L’avviamento di uno studio e in seguito di un piano industriale unitario porterebbero la mobilità campana ad avere una sola macro società che gestirebbe trasporti nel centro delle province e nelle zone periferiche.

Ti consigliamo come approfondimento – Trasporto gratis per gli studenti campani: come ottenere l’abbonamento

Trasporti in Campania, De Luca prende esempio da Milano

De LucaOrganizzare i trasporti della provincia napoletana perché siano gestiti da un solo ente: così dichiara De Luca da Palazzo Santa Lucia. Il progetto a cui la Regione Campania sta lavorando è ambizioso. Anm, Eav e Ctp potrebbero diventare un’unica azienda di trasporto unico locale. Azienda Napoletana Mobilità, Ente Autonomo Volturno e Compagnia Trasporti Pubblici di Napoli uniti sotto un’unica sigla. Si prova a replicare Atm di Milano, colosso della mobilità e apprezzato a carattere europeo. A margine di un’iniziativa a Palazzo Santa Lucia, il governatore De Luca ha caldeggiato il triumvirato della mobilità campana. Questo risolverebbe anche un altro problema: i fatturati delle tre aziende presentano difformità tra di loro, che sarebbero colmate in caso di unificazione.

Ti consigliamo come approfondimento – Nuovi autobus ANM: riparte la Napoli dei trasporti pubblici?

De Luca, “anno decisivo”, Anm, Eav e Ctp uniti da un’unica sigla aziendale

De LucaIl piano ha certamente delle complessità. Tra l’altro è previsto uno studio di pre-fattibilità, che durerà molti mesi. Il processo di cambiamento per la mobilità campana è necessario, per implementare il servizio all’utenza turistica, rientrare nella competitività europea e soprattutto ammodernare il servizio per il cittadino. L’ipotesi di una unificazione dei trasporti locali, quindi, va inserita in questo contesto. Il bacino di Napoli città potrebbe essere unificato con quello della provincia napoletana. Anche perché a breve ci sarà gara regionale per affidare il servizio di trasporti su gomma nella città di Napoli. Non dimenticando che anche i trasporti su rotaie verrebbero coinvolti dall’accordo, con un progressivo rilancio di una Circumvesuviana finalmente risanata.

Ti consigliamo come approfondimento – Campania Artecard: arriva il pass turistico per scoprire un anno di tesori

Trasporti: il dilemma della celeberrima Linea 6

De Luca
Presidente Vincenzo De Luca

Tra i problemi che un’azienda unica risolverebbe, c’è quello della linea 6. L’incognita è rappresentata dal servizio su “ferro” della provincia napoletana e di Napoli centro. La linea 1 è affidata a Anm, la linea 2 invece trova gestione in Trenitalia, mentre Eav invece gestisce la Cumana e la Circumvesuviana. La linea 6 della metropolitana di Napoli al giorno d’oggi è sospesa per lavori. Si suppone che i lavori terminino entro quest’anno, salvo imprevisti. Attualmente però, mancherebbero risorse, per problemi di budget e mancanza di personale. Dopo i tanti investimenti sotto la gestione De Luca; forse, l’unione di tre storiche società dei trasporti può risolvere l’annosa questione ed essere una nuova eccellenza della Campania.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here