De Luca vieta feste ed eventi nei locali pubblici e nelle discoteche

0
263
De Luca vieta feste

De Luca vieta feste: il presidente De Luca ha emanato una nuova ordinanza per contenere la diffusione del Covid-19. L’ordinanza in questione vieta lo svolgimento di feste in sale da ballo, locali e discoteche. Inoltre, si ricorda anche l’obbligatorietà dell’uso delle mascherine all’aperto.

Ti consigliamo come approfondimento-De Luca: “Niente feste in piazza per capodanno in tutta la Campania”

De Luca vieta feste: nuova ordinanza

Dalla pagina Facebook del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca

A causa dell’aumento dei contagi di Covid-19 in Campania il presidente Vincenzo De Luca ha emanato una nuova ordinanza. Tale documento con decorrenza immediata vieta lo svolgimento di feste ed eventi simili in sale da ballo, discoteche e locali. Lo svolgimento di pranzi e cene è consentito ma nel rispetto dei protocolli, con posti seduti preassegnati e con l’obbligo della mascherina. In merito all’ordinanza è intervenuto lo stesso De Luca. Il presidente ha detto: “Si sono rese indispensabili misure di contenimento e di divieto di feste al chiuso. Con particolare riferimento a feste scolastiche, feste di laurea, di compleanno e simili. Si ricorda inoltre che in Campania l’uso delle mascherine anche all’aperto è rimasto obbligatorio per tutto l’anno, anche nei mesi estivi. Si sollecita un controllo, anche con sanzioni, per ora assolutamente inadeguato, da parte delle Forze dell’Ordine e delle Polizie Municipali”.

Ti consigliamo come approfondimento-De Luca elimina l’asporto: “Vietato mangiare in strada come i profughi”

De Luca vieta feste: ancora restrizioni

ordinanza de luca asportoTale ordinanza arriva dopo un notevole aumento dei contagi degli ultimi giorni e segue la già contestata ordinanza di giovedì. Infatti, in una settimana si è passato da poco meno di 1000 casi a più di 2000 casi. Nei giorni scorsi venne emanata un’altra ordinanza già contestata. Infatti, con tale ordinanza erano vietati manifestazioni e eventi nei luoghi pubblici nel periodo natalizio per evitare assembramenti e affollamenti. Inoltre, era vietato il consumo di cibo e bevande, alcoliche e non alcoliche, con esclusione dell’acqua, nelle aree pubbliche. Si è raccomandata anche la chiusura temporanea di aree pubbliche o aperte al pubblico in cui sia impossibile assicurare i protocolli di sicurezza.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

17 − 6 =